Featured Post

Mente, diaframma, corpo

Negli ultimi anni lo studio ultra trentennale del Tai Chi e del Qi Gong della International Tai Chi Chuan Association, scuola fondata dalla ...

15 October 2017

L'occhio del ciclone

Quale è l'unico posto sicuro in caso di un ciclone? Il centro, esattamente in mezzo. Se siamo capaci di stare nell'occhio del ciclone siamo salvi.

Attenzione, ci vuole molta consapevolezza perché il ciclone si muove e noi dobbiamo ascoltare per capire dove si muove.

Tutta la vita è così: un ciclone, il ciclone è la vita.

Molti fuggono e non vivono, molti sono nei punti più tragici del ciclone e restano spesso danneggiati. I più sono più vicini al centro e ogni tanto ne vengono sconvolti. Pochi hanno capito e sono sempre nel centro della loro vita, nell'occhio del ciclone.

PS In un mio post sul film "Il labirinto del fauno", Ofelia entra nel labirinto-ciclone quando trova "l'occhio" mancante del fauno.

05 October 2017

L'albero della Vita

L'essere umano studia tutto fuorché se stesso. Vengono sprecati tantissimi soldi ed energie per studi inutili, per ricerche scientifiche senza senso, l'ultima di cui ho sentito parlare è sul fatto che chi prende il caffè amaro ha più tendenze psicopatiche. Una ricerca del nord Europa, una ennesima ricerca "idiota".

Nessuno studia come dovremmo muoverci, respirare, pensare. Chi inizia Tai Chi si trova spesso spaesato, si domanda: devo capire tutte queste cose su me stesso?! Sì, viviamo tutta la vita con noi stessi, dentro noi stessi, abbiamo malattie, posture vergognose, non respiriamo.

Esistono due alberi, l'albero della conoscenza e l'albero della vita. Ne parla anche il vecchio testamento. Siamo molto attratti dall'albero della conoscenza, facciamo studi, ricerca, la mente ha sempre un nuovo giocattolo per occupare il tempo, abbiamo l'ultima soap opera o l'ultima serie Netflix da guardare.

L'albero della vita invece chiede qualcosa di molto diverso, chiede di respirare, di sentire in ogni momento il piacere di questa funzione fondamentale che è sempre stata con noi e sempre sarà con noi.

Chi è legato all'albero della conoscenza tratterà il respirare come una perdita di tempo, tanto è automatica, posso occuparmi di altro.
Chi ama l'albero della vita amerà respirare, amerà stare un po' con se stesso, amerà comprendere come funziona la propria mente, la propria vita.

Questo è quello che fa il Tai Chi: un ritorno al Paradiso perduto.

29 September 2017

Hanno cementato Dio

Colate di cemento qui, colate lá, no, non solo sull'Italia, su Dio. Nei secoli è stata fatta dalla chiesa una "cementificazione selvaggia" per nascondere Dio dentro e renderlo odioso e folle.
Si sono inventati la croce dopo qualche secolo che Cristo era risorto, così da appesantire la vita a chiunque, mentre Gesù voleva alleggerirla e farci capire il fondamento: "non la mia volontà, ma la tua", nel senso che Dio è Dio e seguendolo possiamo solo fare il nostro bene.

Poi ci hanno messo migliaia di altri blocchi di cemento, cose tipo "la masturbazione è un peccato grave", come se Dio ci avesse fatto il dono dell'autoerotismo e poi sadico se ne sta lì a punire il malcapitato che ci prova... Umana follia!

Il povero papa sta tentando di togliere qualche blocco, ad esempio ridando la comunione ai divorziati risposati e la chiesa insorge. Sì, fa troppa paura liberare Dio.

Il problema è che Dio fa paura, vuole da noi cose strane, belle, ci vuole vedere danzare, pieni di gioia,  se ne infischia delle leggi idiote che cambiano di giorno in giorno e quindi noi umani bigotti, paurosi, tristi siamo pronti col cemento a cementare Dio e chi vede la verità, vede Dio, rischia persino la vita, diventa un pericolo per la chiesa ed i suoi affiliati nell'accordo prezzolati.

Molti sono diventati atei in reazione a tutto questo, ma in tal modo hanno perso Dio, confuso con la chiesa, e naturalmente anche la felicità.

18 September 2017

Attività sportive benefiche e male-fiche

Chi si occupa di sport come ad esempio gli Enti sportivi o il Coni dovrebbero fare una netta distinzione fra attività sportive benefiche e attività sportive che non sono benefiche che pertanto possono essere denominate "malefiche". Sappiamo tutti che il calcio che attrae milioni di persone non è un'attività sportiva benefica, traumi, incidenti mettono a repentaglio bambini e adulti.

Per queste attività viene infatti richiesto un certificato medico che attesti il rischio di aggravamenti se una persona ha delle patologie.
Sarebbe bene che gli organizzatori sportivi, gli "addetti ai lavori" avvisassero sempre gli atleti del fatto che se tengo, se sono responsabile di una attività sportiva in cui viene richiesto a giusta ragione un certificato medico, questa attività non rientra nel campo delle attività "benefiche", anzi, si corrono dei rischi. Per di più sono tutte attività coperte da assicurazioni che coprono vari gradi di lesioni.

Tali addetti allo Sport, gli enti, i politici, dovrebbero quindi tenere conto che esistono anche delle attività motorie benefiche. Non sono molte, sono ad esempio il Tai Chi, il Qi Gong, lo Yoga, il camminare. Tali attività fanno bene all'essere umano, quindi che senso ha volere per queste un certificato medico? Una persona "non sana" può solo ottenere benefici da queste attività, quindi il prerequisito del certificato medico è assurdo.

Purtroppo c'è grande arretratezza culturale sull'attività fisica, motoria in generale. Il Coni è un organismo a cui interessano i risultati sportivi, al Coni non interessa la salute dello sportivo, dovrebbero essere quindi gli Enti sportivi ad occuparsene, ma tali Enti fanno fatica a distinguere attività motorie benefiche da attività motorie malefiche.

13 September 2017

La masturbazione

La masturbazione è un atto naturale dell'essere umano, purtroppo storpiato da menti umane ammalate come quasi tutte le religioni, pensate che nel cattolicesimo è considerato un peccato grave.

Come possiamo pensare di evolvere come esseri umani se esistono persone cosi mentalmente malata da considerare la masturbazione una cosa da non fare?!

La persona deve imparare a masturbarsi, fa parte del percorso evolutivo, comprendere il piacere, ampliarlo, godere di se stessi, amarsi.

Amarsi si, essere capaci di masturbarsi fa parte della capacità di amarsi, ma pochi si amano e questo è un dramma umano.

11 September 2017

La malattia dei sensi di colpa

I sensi di colpa creano le malattie, uccidono.

Tante persone si inventano limiti alla propria vita, divieti e regole, se non le seguono hanno sensi di colpa, anche inconsci e dato che il senso di colpa è la causa di malattie e non lo è, come paventano, la cosa vietata, si convincono che solo seguendo le "regole" possono stare bene e salvarsi.

Igienisti, religiosi, medici, tutti si illudono che solo le loro regole sono giuste, il caffè fa male, non pentirsi fa male, non vaccinarsi fa male e cercano, per attirare ed avere seguito, di instaurare il senso di colpa negli altri. Tutti coloro che reclamano seguaci o vogliono dettare leggi fanno del male perché quel che fa male non sono le cose vietate, ma il senso di colpa creato nella mente delle persone.

Quindi come fare? Appena arriva un senso di colpa cancellarlo subito dalla mente. Quasi sempre però non si riconoscono. Bisogna capirli, ascoltare se stessi, arriva un colpo di tosse, malattia, dolore? La mente ha fatto passare un senso di colpa, cancellarlo, chiedete una correzione.

29 August 2017

Jamie Lannister, king slayer

Sarà James Lannister, king's slayer, uccisore di re, ad uccidere il re dei morti. I Lannister sono Leoni ed ogni gruppo ha bisogno di un Leone per essere in equilibrio: Daenerys è in equilibrio perché ha come "mano", Tyrion Lannister. Il Nord non è mai stato in equilibrio perché non ha mai avuto un Leone, anzi, ha sempre visto i Lannister come nemici eppure Tyrion era rimasto al Nord e sarebbe potuto diventare il leone del Nord.

Nella capitale invece troppi leoni, si sono ammazzati fra di loro ed ora la leonessa Cersei (alla fine della settimana stagione) resta sola, una leonessa, non un Leone e senza Leone (vedremo se avrà un figlio), è quindi destinata a perire.

In una delle ultime scene della settimana puntata dell'ultima stagione, vediamo James mettersi i guanti, simbolicamente riprendendo la sua parte Yang bloccata per anni, schiavo della leonessa Cersei. Dove andrà? A Nord naturalmente, a colmare un vuoto ed a distruggere gli estranei.

Tutto quello che ho scritto riguarda "La Valle del Tao" di cui magari non avete tutti gli elementi. La Valle spiega che una barriera come quella del nord è molto negativa, una montagna che blocca. Cosa sono gli estranei? Sono i nostri sensi di colpa, pensieri morti che abbiamo solo nascosto dentro di noi ed ora vengono alla luce, meglio, ora possiamo vederli e liberarcene per essere sani. The game of thrones è il romanzo dell'ego, ego che vede solo morte e distruzione. Ora col fuoco, con la consapevolezza possiamo liberarcene. Fuoco e pietra di drago, l'ossidiana, pietra vulcanica, quindi anch'essa fuoco, spazzeremo i nostri sensi di colpa per sempre.

Huston, Huston

Huston abbiamo avuto un problema!

Storia dell'Apollo 13

Adesso l'hanno veramente dopo la costruzione di dighe e laghi artificiali:

Alluvione

20 August 2017

Il meraviglioso Orso Baloo

Ho appena rivisto "Il libro della giungla", meravigliosa la figura dell'orso Baloo:



Che stupidi ed insulsi noi umani che non conoscendo l'altro, umano o animale, siamo preda di paura ed arroganza e siamo solo capaci di "eliminare" ciò che non comprendiamo e riteniamo pericoloso.

Il film "il libro della giungla" e, naturalmente il libro da cui è tratto, rappresentano bene quello che chiamo "La Valle del Tao", l'essere umano nei suoi archetipi e l'orso che salva Mowglie dalla feroce tigre è un nostro aspetto, se siamo in armonia con Baloo, siamo in armonia col Tao, altrimenti dobbiamo farne ancora di strada...

Se entrando e visualizzando la vostra Valle, sulla destra vedete un Orso, vuol dire che vi sta chiamando, che dovete lavorare al suo fianco, probabilmente non dormite abbastanza e non meditate abbastanza: per gli indiani d'America, profondi conoscitori della natura, distrutti dalla mente distruttiva "dell'uomo bianco", l'orso era simbolo della Meditazione.

La recente vicenda dell'orso del Trentino ci fa comprendere molte tristi cose su noi stessi.

14 August 2017

Inside out

Un film carino sulle emozioni ed il loro sviluppo.
Interessante il rapporto fra gioia e tristezza.
La bambina protagonista è tipicamente una bambina: "finto felice", dove una delle cinque emozioni, la gioia, cerca sempre un contesto rassicurante e allegro. Tiene sempre vicino a se "tristezza", la controlla a vista, la blocca.

Un avvenimento esterno, il cambio di città, sconvolge "Gioia" e la bambina senza la coppia "gioia" e "tristezza" cade in depressione ed è preda di "rabbia", "paura", "disgusto" e cerca di scappare dai genitori per tornare nel paese natio.

"Gioia" ad un certo punto capisce che "Tristezza" è vitale e finalmente la lascia libera. La bambina percepisce la tristezza di lasciare i genitori, torna indietro, piange e tornano molti ricordi liberatori e si riappacifica.

Molte persone fuggono la tristezza e vivono cercando una falsa felicità. Percepire la tristezza è un sintomo di sanità. Scapparne sempre è insano, porta alla depressione o alla iperattività, sono Yin e Yang.

PS

Naturalmente le cinque emozioni sono accostabili ai cinque Yi Gong ed ai cinque tipi caratteriali di Wilhelm Reich.