Featured Post

Mente, diaframma, corpo

Negli ultimi anni lo studio ultra trentennale del Tai Chi e del Qi Gong della International Tai Chi Chuan Association, scuola fondata dalla ...

20 March 2019

Sul terrapiattismo

Esistono delle persone che credono che la terra sia piatta... Naturalmente sono additate come dei pazzi assurdi senza pensare che un tempo tutti erano terrapiattisti.

La massa non ha intelligenza e quando erano pochi gli esseri umani a credere alla terra tonda, questa massa stupida li metteva persino al rogo.

La massa adesso non capisce perché i terrapiattisti sono in continuo aumento, la massa resta stupida. Il mondo è governato da persone di grande squallore, intente a far soldi ai danni del mondo. Tutto come allora quando governavano la chiesa e stolti regnanti.

Credere che la terra sia piatta è veramente sciocco, ma è un mezzo per disidentificarsi dallo squallore generale e quindi massa, giudica te stessa e lascia vivere.

14 March 2019


Il mio primo bacio fu al concerto a Milano di Emerson, Lake and Palmer. Era il  1973.

Se cercate sul web le parole: "concerto di emerson lake and palmer Vigorelli Milano" trovate vari link di pagine che ricordano quel mitico concerto dal vivo.

La musica che ascoltavo all'epoca era più bella e più mia di quella dei miei genitori. E gli "anziani" di quel tempo dicevano che questa musica che noi giovani ascoltavamo era musica demoniaca.

Tale come ora, la vecchia generazione d'adesso demonizza ciò che fa la nuova. Social, videogiochi, etcetera, etcetera.

10 March 2019

È Primavera

La primavera parte dal momento in cui i germogli, dopo la lunga permanenza nel seme, cominciano il loro movimento alla scoperta del mondo.

È il momento in cui l'orso, pieno di energia per il tanto meditare, fa capolino fuori dalla sua grotta.

È il momento in cui l'essere umano, ben riposato al calduccio della sua casa, si prepara a tornare al lavoro...

Scusate, dalla redazione mi dicono che non è così per l'essere umano, rettifico.

È il momento in cui l'essere umano, costretto in malattia per il troppo agitarsi durante l'inverno, si alza di fretta per tornare al suo solito tran tran...

03 March 2019

Principio n° 2


Yang Chen Fu è il più famoso maestro di Tai Chi esistito. Si deve a lui la diffusione della nobile arte in tutto il mondo. Molti si rifanno ai "Dieci principi" che YCF ha dettato ad uno dei suoi discepoli, Chen Wei Ming. Sono principi molto profondi ed utili, ma pochi li hanno capiti, anzi, vi è una moltitudine di praticanti che li hanno addirittura ribaltati ed eseguono forme di Tai Chi vuote e senza energia, ben lontane dall'insegnamento della famiglia Yang.
In quanto discepolo di VI generazione della famiglia mi permetto di spiegare meglio tali principi e comincio da uno dei più incompresi, il secondo:

Contieni il petto e solleva la schiena.

"Contenere" il petto significa scrollarlo leggermente in dentro così da far si che l'energia affondi nel campo dell'elisir. Il petto non deve essere tenuto in fuori. Se è in fuori, l'energia ristagnerà nell'area del petto, col risultato che la parte superiore del corpo sarà pesante, mentre quella sotto sarà leggera e i vostri talloni galleggeranno facilmente . "Sollevare la schiena" significa che l'energia aderisce alla colonna. Se riuscite a sollevare la schiena, allora saremo in grado di emettere potenza dalla colonna ed essere invincibili.

Questo sopra è il titolo ed il commento dello stesso Yang Chen Fu, qui sotto la mia spiegazione del principio.

Molti hanno pensato che YCF intendesse che il petto debba essere rientrato, chiuso, incassando lo sterno. Questa è la tipica posizione del depresso e impedisce una ampia respirazione, base della vita. YCF invece intende che il petto deve essere allineato con la pancia. Moltissime persone hanno quello che nella Itcca Italia chiamiamo "blocco dell'acqua". È la classica postura con la pancia in avanti e YCF è geniale perché dà la soluzione posturale al tipico mal di schiena lombare e a chi ha problemi di infarto cardiaco: col petto non allineato sul Tan Tien (punto leggermente sotto l'ombelico), l'energia si blocca a livello del cuore ed il risultato nel tempo può essere grave.

Una cosa che è sfuggita a quasi tutti i praticanti è il riferimento di YCF ai talloni e questa dimenticanza dice molto sulla conoscenza dei veri principi del Tai Chi da parte della maggioranza delle scuole.

Sollevare la schiena è l'altra storpiatura di questo secondo punto dei principi del Gran Maestro e vediamo praticanti in tutto il mondo ingobbiti e simili a vecchi rovinati mentre il Tai Chi dovrebbe "aprire e fare rinascere le persone".
Alziamo la colonna dal sacro, dalla nostra coda ed ecco che il portare il petto più avanti e il sollevare la schiena diventano un solo movimento che è una ruota che porta il peso sui talloni.

YCF termina il punto parlando di invincibilità. È la risultante, lo scopo del  suo insegnamento, non vuole indebolire le persone, ma spiega come lui ha fatto ad essere invincibile e lo era davvero come artista marziale.

31 January 2019

La vera storia dei tre porcellini


Volendo scrivere della fiaba dei Tre Porcellini ho atteso l'arrivo dell'anno cinese del Maiale-Cinghiale per farlo.




La storia dei Tre Porcellini, a cui diamo i nomi di Timmy, Tommy e Jimmy , è per la consapevolezza molto più profonda di quel che sembra al nostro comune sentire.
Il racconto ci dice che i nostri tre protagonisti hanno paura del Lupo e decidono di costruire delle case per proteggersi. Timmy e Tommy mentre costruiscono la loro casa perdono tempo anche a ballare e a suonare al contrario del diligente Jimmy che costruisce una solida casa in mattoni senza perdersi in inutili fronzoli e così si salva, salva i fratelli e sconfigge il Lupo.




Si tratta quindi di un racconto che premia l'operosità dell'essere umano! Almeno a prima vista: stiamo ormai verificando che questa operosità sta portando alla rovina il pianeta in cui viviamo, attenti solo a curare i nostri interessi dettati, in fondo, sempre dalla paura creando muri che ci separano dagli altri.

La consapevolezza ci dà una visione diversa e ci spiega il disastro che il saggio intuisce nel comportamento del diligente Jimmy.
I Tre sono in realtà un solo porcellino che la paura ha scisso nelle sue tre parti, testa, cuore e pancia, e ogni parte agisce in accordo con le proprie esigenze e la casa rappresenta una costruzione di come noi vorremmo la vita. Questo ad esempio il significato del sognare case, strutture.

Se guardiamo questo film del 1933 di Walt Disney  vediamo Timmy intento a metter su alla bell'e meglio una casa di paglia mentre balla e suona in tutta allegria. Punito per questo? Sembrerebbe di sì, il Lupo spazza via la sua casa con un solo soffio.

Tommy è più accorto e la sua di casa è in legno, ma anche lui suona il violino: troppa allegria, anche qui il Lupo abbatte la casa con poca fatica.

Ecco però che arrivato alla casa del "serio" Jimmy esce malconcio contro i  pesanti mattoni:  nulla può il suo possente soffio.




Il Lupo è la nostra parte anima-le, quella parte vitale che tutti noi abbiamo e che spesso è bloccata dalla paura. Adesso guardate ancora la scena del Lupo mentre soffia via le prime due case: cosa fa? Semplicemente sta respirando, fa Tai Chi, un respiro potente sollevando il diaframma. La scena adesso è bellissima e chiara: il Lupo cerca di liberare i Porcellini! Vuole tornare unito, uno.

Tommy e Timmy sono più sani, cantano e ballano però anche loro si fanno fregare dalla paura e scappano dal Lupo. Jimmy invece è il più bloccato e il suo carattere troppo duro e chiuso gli impedisce di liberarsi della casa che rappresenta il suo carattere, la sua armatura.
Il Lupo è sconfitto e la storia ha un triste epilogo, ma invero il Lupo perde il pelo, ma non il vizio e nella vita reale è sempre lì che cerca di salvare il porcellino in noi...

PS.

Lascio a voi elaborare altri dettagli, ad esempio Timmy suona un flauto, ottimo per la posizione del legno del diaframma mentre Tommy suona il violino che si accorda col fuoco. La prima casa è di paglia, la seconda di legno (Vi è un altro cartone in cui più correttamente la casa di legno appartiene al flautista e quella di paglia al violinista) e Jimmy, una volta terminata l'opera, suona, un po' violentemente, il piano, ottimo strumento per chi ha il blocco del metallo.
Lupo e Porcellini stanno su due zampe e questi son sempre sulle punte.
Otto minuti di cartoni animati veramente densi da "leggere", fra l'altro significativi anche i quadri nelle case, i fiori fuori delle case...

I tre centri nel Taoismo

Nel Taoismo si parla di tre centri, tutte le cose sono divise in tre, un albero ha radici, tronco, rami, così formiche o esseri umani hanno addome, tronco e testa.



Se osserviamo una formica vediamo che è più propensa verso l'addome, da qui il suo "essere sociale", completamente orientata verso il gruppo. Chi propende verso il Tan Tien della pancia tende ad essere così, un esempio ne è la cultura giapponese, la cultura dell'Hara, del Harakiri, mi uccido per la patria, per l'onore; il sumo, il kamikaze ne sono la massima espressione culturale.


La tradizione taoista porta ai nostri giorni la fondamentale teoria cinese delle "Cinque fasi", i famosi "cinque elementi". Tre di questi sono collegati alle nostre tre parti.
  • Pancia = Acqua
  • Cuore = Fuoco
  • Testa = Terra
Nel Tai Chi, la tradizione della famiglia Yang le considera sfere: sfera della testa, sfera del cuore e sfera della pancia.
Nel perfetto allineamento i muscoli restano rilassati perché non devono lavorare per mantenere sfere disallineate al loro posto. Il non corretto allineamento porta i muscoli a dover compiere un lavoro per bilanciare le sfere con conseguenti problemi come il mal di schiena e situazioni posturali che possono divenire sempre più gravi.

Metallo e Legno?
Alla gola, il cui compito è il corretto passaggio fra testa e cuore, abbiniamo l'elemento metallo; fra cuore e pancia abbiamo il plesso solare, il diaframma e, a quest'altra zona di passaggio, abbiniamo l'elemento legno.

22 December 2018

Heidi, così piccola e fragile


Pochi ricordano Heidi ed il miracolo che avvenne alla sua amica di città che era paralizzata in carrozzina.

Con la fiducia in Heidi, la naturalezza della vita in campagna la sua amica cominciò a camminare, miracolo della fiducia ed esempio di guarigione.


Il Burioni di turno, la signora Rottermeier, nulla ha potuto con il suo moralismo bieco e la rigida folle paura contro il cuore di Heidi.

Un esempio che milioni di bimbi hanno visto, ma di cui nella vita adulta hanno perso ogni traccia.

14 December 2018

Il trapper e lo Spirito

La recente tragedia dei morti alla discoteca sull'adriatico hanno portato alla luce i testi del "trapper" che vi doveva suonare e la loro pochezza culturale. Ho visto molte donne indignate scrivere su Facebook. Ho letto di altri che si lamentano che nella società dei cosmetici e dei falsi miti sui corpi la scoperta della vecchiaia è folgorante e tragica. Facebookè un buona vetrina dell'insoddisfazione di tanti.

Viene da rispondere malamente a tutti quelli che si lamentano degli scarsi valori della società attuale che qualcuno ha pur votato per vent'anni Berlusconi e successivamente Renzi. Cercate valori persi? La società del "grande fratello" e dei "Drive in" televisivi, delle feste di Arcore, delle Leopolde dove poteva portare? Purtuttavia l'italica gente se andasse a votare eleggerebbe in massa un personaggio parecchio equivoco come Salvini che recententemente ha fatto fare bella figura persino al giornale dei vescovi accusato da Salvini di essere di "ultra-sinistra" per la sua disumanita razziale.

Sarebbe bene usare di più l'intelligenza nella vita, seguire i falsi modelli sociali senza riuscire ad avere una propria profondità di sentire e di pensiero è un problema del tutto personale. Non possiamo vivere con addosso la paura  che ci fa difendere il nostro diritto ad avere l'ultimo modello di Suv o l'ultimo capo alla moda. Questa è una vita irreale ed il crollo può essere drammatico.

La vita esige "spiritualità", "profondità", "amore".
State sviluppando queste doti? Domandatevelo e per spiritualità non intendo quella cosa ecclesiastica di un tempo che era solo un'altra forma di falsità sociale, gli stessi che vanno in chiesa hanno sempre votato senza problemi dittatorelli razzisti.

La spiritualità non può essere razzista. Il Tao ci mostra che ognuno è un essere umano, ognuno è in sè Yin e Yang. Non esistono uomini o donne, non esistono bianchi o scuri, non esistono quelli del nord e quelli del sud, né giovani né vecchi. Se esistono per voi allora vi manca spiritualità e avete scelto di non capire la vita e di soffrire. La paura è la mancanza di comprensione. Spiritualità è non aver paura.

11 December 2018

Ego e Arti Marziali

Nella vita del praticante di Arti Marziali esiste l'ego. Questo è un meccanismo perverso in cui si ottiene "potere" dall'approvazione degli altri. Osservare un politico serve molto a comprendere il meccanismo dell'ego. Il politico "si gonfia" in funzione del potere e il potere si acquisisce con i favori all'elettore. È un meccanismo perverso.

L'allievo cerca l'approvazione dell'insegnante e questo lo porta su una strada errata nella pratica. Parecchie persone abbandonano i corsi sin dalle prime lezioni perché non "si sentono all'altezza". Il loro ego ha subito fatto dei confronti con altri partecipanti e ha scelto la fuga invece del confronto. La soluzione sana sarebbe stato restare senza alcun confronto.

Il lavoro sul proprio ego è la marzialità dell'arte. Non esiste nessuna marzialità nel combattimento perché l'arte marziale è una pratica personale, un lavoro profondo su se stessi: è la lotta contro il proprio ego e il praticante diventa "Maestro" quando ha compiuto questa lotta ed e totalmente libero dall'ego.

Ogni fatica, ogni dolore, ogni sofferenza è prodotto dal proprio ego che vorrebbe innalzarci in qualcosa che non siamo senza lasciarci vivere la naturalezza della vita. Nel Tai Chi dobbiamo respirare, come possiamo farlo se non siamo noi stessi?

Marzialità: consapevolezza sui nostri meccanismi interni e fluidità dell'essere vivi.

07 December 2018

La prima alla scala, addobbi natalizi.

Guardo le foto dei partecipanti alla prima della Scala con i loro vestiti firmati Armani e Dolce e Gabbana e resto...
Sarà a causa dei miei anni giovanili post sessantottini?! Sarà che per me ad una certa età, ma anche prima, bisogna occuparsi anche dello spirito?!
Sarà quel che sarà, ma dover fare i buffoni così... Non mi ci ritrovo.

Chiedo al mio spirito guida:

Carlo, ognuno è diverso ed il mondo è variopinto, luci colori, ombre, c'è chi la luce la cerca dentro e chi la luce la cerca fuori, interno - esterno. Rallegrati piuttosto di essere nel primo gruppo :)