Featured Post

Mente, diaframma, corpo

Negli ultimi anni lo studio ultra trentennale del Tai Chi e del Qi Gong della International Tai Chi Chuan Association, scuola fondata dalla ...

22 December 2010

Your painting


New York 2010, Sheila Sanchez
You have no face,
too terrorized to have one,
crying in the night:
my beloved where are you???

You have one big ear,
my lips where once on the other one,
and then you kissed me;
your ear is asking:
why your lips are not here?
why we had only one beautiful kiss?
why you are not here to kiss me again?

14 December 2010

Cenerentola

Questo è un breve scritto sul film Cenerentola di Walt Disney.

Le fiabe possono invero essere molto profonde, Cenerentola personifica un tipo di carattere che possiamo ritrovare in noi o nelle persone. Sono esseri umani di buon cuore e non riescono a dire di no, è veramente difficile per loro non cedere alle richieste degli altri. Cenerentola fa in casa tutto il "lavoro pesante" e le sorelle e la matrigna la usano, la odiano.

Esiste un altro tipo di carattere che aiuta gli altri, ma lo fa per controllare, ha bisogno dell'approvazione degli altri. Per capire le differenze, Cenerentola (Il carattere Centaury nei Fiori di Bach) non si lamenta mai, al massimo scoppia, l'altro tipo, Biancaneve (Il tipo Chicory nei Fiori di Bach) si lamenta sempre, si autocommisera, ma non scoppia quasi mai.

Vi è sempre Yin e Yang in tutto ciò che è. Cenerentola è il lato Yin del carattere, ma abbiamo anche un lato Yang, le sorelle e la matrigna, sì, sono la medesima persona; nello stesso carattere abbiamo due aspetti, Cenerentola non può dire di no, le persone la usano e lei finisce coll'odiare (la matrigna) ed è anche gelosa (le sorelle) degli altri che crede abbiano di più di lei; non conosce questo suo lato, è nascosto, per di più esterno a se; è divisa e pensa di essere brava e di buon cuore, e lo è, ma non comprende o non vuol "sentire" il suo odio, la sua rabbia, ha problemi nell'ammetterlo a se stessa e a relazionarsi con se parte di sé.

Cosa succede nella fiaba a Cenerentola? Per la prima volta riesce a fluire, lei "sente" che deve andare al ballo e fa una cosa che va contro il suo carattere, si prepara con un vestito bellissimo, una bellissima carrozza ed esce di casa senza permesso, fa tutto da sola! Sì, questa volta c'è la sua fata, il lato "spirituale" del suo essere. La sua fata potrebbe essere sempre presente se Cenerentola si "ricordasse" di esser fluida. Geniale il nome della fata: Smemorina. Questa volta è una con se stessa perché il suo cuore sente la situazione e, cosa succede? Si innamora, il suo cuore è pieno e fluisce, meravigliosamente innamorata... in questo momento il suo Yin e Yang sono in armonia, insieme.

Ma... arriva mezzanotte, l'elemento Yin sta tornando, mezzanotte, buio, inverno, non c'è più il sole, sensazioni di colpa per esser fuori di casa, dalla sua "vita normale" in una situazione così strana: INNAMORATA! Non è possibile, deve scappare, deve tornare alla sua vita usuale, nel suo solito carattere e scappa via. Si è scissa col suo elemento Yang, il Principe.
Perché nella maggioranza delle fiabe il carattere principale è femminile? Perché noi siamo il lato Yin della creazione, dove il Tao, Dio o quant'altro sono l'aspetto Yang; così Cenerentola, Biancaneve, La Bella Addormentata, non rappresentano tanto una donna, ma il Femminile in generale, si adattano perfettamente anche all'uomo ed i significati più profondi sono per entrambi l'integrazione con l'elemento Yang della vita.

La storia è molto triste, adesso Cenerentola è chiusa dietro una porta, in cima ad una torre, nessuno ha scelto di rinchiuderla lì, ha da sola incatenato il suo cuore, quel cuore che era in amore, quel cuore che l'ha messa in una situazione così pericolosa...
Ha anche gettato via la chiave!
La fiaba è triste perché molte persone si ritrovano in questa situazione e non si apriranno mai più, certo, si sposeranno, faranno la loro vita, ma quei meravigliosi momenti non torneranno e se si ripresenta un'opportunità, probabilmente fuggiranno ancora...

Lei si sente in colpa, quando siamo bimbi piccoli, introiettiamo comandi e modi di pensare di madre e padre, la psicoanalisi li chiama oggetti interni. Questi sono sempre più o meno distruttivi ed un carattere come quello di Cenerentola può essere in balia dei "peccati" causati dai suoi oggetti interni. Il primo attacco alla propria libertà inizia quando Cenerentola pensa: oh mio dio, devo essere a casa prima di mezzanotte! Da lì in poi chiuderà sempre più se stessa e finirà col "dimenticare" il suo amore. Cenerentola potrà persino illudersi di aver trovato un altro amore, ma è solo un riflesso del suo vero amore, non è così pericoloso per i suoi "oggetti interni", non è devastante, può essere controllato.
Solo chi ritrova la chiave della propria prigione può essere libero d'amare il suo vero amore, liberarsi dai suoi oggetti interni e realizza se stessa/o.

Cenerentola viene aiutata da dei topini, sono bimbi, la sua infanzia ritorna e le viene in aiuto, riesce a scacciare dalla sua mente, il pensiero che vuole che lei sia una donna buona e che una donna buona non può esser felice - o al limite che non sa come essere felice perché il proprio cuore è chiuso - e non si merita doni nella vita.
L'amore salva Cenerentola, riesce a riaprire il suo cuore e sposa il suo principe. Il significato è che il carattere di Cenerentola deve sempre aprire il proprio cuore e seguire quello che il cuore vuole, essere con chi il suo cuore realmente ama e non seguire la razionalità della propria testa.

Ora ancora qualche spunto chiacchierando con i miei Spiriti Guida.

Ash


Ash: Le fiabe sono le cose simboliche più corte e profonde che esistano insieme alle poesie ed ai dipinti, sono molto interessanti.
Hai capito bene, il cuore chiuso in una torre significa che la testa sta facendo il lavoro del cuore Carlo! Ma tu hai dimenticato il punto più importante lol! Le scarpe di cristallo, le piccole scarpette.
Io: Quello è perché non l'ho capito, veramente, deve essere profondo.
Ash: si, certamente... le scarpe sono importanti per un carattere Cenerentola, con un paio di scarpe possono camminare, possono correre... lol, ancora non capisci?
Io: umm, lei può scappare, ma non è facile scappare con delle scarpette di cristallo e... lei, sua sorella ne rompe una, ma.... lei ha l'altra. Le scarpe sono l'unica cosa che rimane dopo mezzanotte!!!
Ash: si, certo, le scarpe, i piedi sono l'unica connessione che Cenerentola ha col suo amato, lui la trova solo grazie a loro e Cenerentola lo "ricorda" con la sua scarpetta, il suo piede.... i piedi, come le mani sono profondamente connessi col subconscio, il cuore. Si, ecco perché i cinesi, per controllare le loro donne, hanno fatto così orribili cose, riducendo la misura dei loro piedi e ricorda Cristo e ciò che disse nel lavare i piedi in Giovanni 13:10, il cui reale significato è una meditazione.
Le scarpe sono fatte di cristallo, lei ha una visione cristallina della vita, di tutto, quando scappa, lei la perde e "va in testa", perde la propria intierezza, la propria totalità, il suo essere una dai piedi alla testa.
Il Principe, come lei, adesso ha una sua "scarpetta di cristallo", sono connessi, lei dimentica la sua, ma non la dimentica il cuore.
La sorella distrugge quella del principe, questo significa che lei cerca di bloccare la visione cristallina di lui, negando, per odio, che lui possa amarla, ma Cenerentola, quando tutto sembra finire senza speranze, "ricorda", il cuore riesce finalmente ad aprirsi ancora e a ritrovare la visione cristallina del suo amore.

Lisa

Lisa: Cenerentola ha molto odio Carlo, questo odio è nella matrigna, lei è piena di odio, le sorelle no, loro sono invidiose, ma la matrigna ha introiettato così tanto odio contro tutti coloro che la mantengono schiava e sopratutto contro il padre che è da nessuna parte e l'ha lasciata in questa situazione miserabile e da sola. Considera che il padre c'è, ma nel film non appare mai, è completamente assente. Il Principe vuole Cenerentola, ma deve aver a che fare col suo odio, questo il significato delle sorelle che si tagliano parti dei piedi e della rottura della scarpetta di cristallo, un gesto contro il padre/principe, ma in quel momento l'odio può esser visto e Cenerentola può decidersi ad aver fiducia e darsi al Principe per trovare una nuova relazione che finalmente le darà l'amore di cui ha bisogno e che le darà la fiducia necessaria nell'elemento Yang.
Io: ma come? (Nel Tai Chi essere capaci di usare sia il tallone che la punta dei piedi per stare in piedi e muoversi è molto importante)
Lisa: il momento con maggior odio nel film è quando la Cenerentola/matrigna capisce che Cenerentola/cuore ama il principe: non può amare colui che odia, il Principe/padre che l'ha abbandonata.
E' un "oggetto interno" che è diventato così potente e, tuo padre direbbe, così "Luciferino" - il gatto Carlo, Lucifero, ti sei dimenticato della figura fondamentale del gatto - non può tollerare che l'amore distrugga la sua vendetta: qui la battaglia è mortale fra l'amore, il suo bisogno di liberare se stessa una volta per tutte dalla tirannia dell'ego e da questi "oggetti interni" auto distruggenti. L'odio è una componente fondamentale da comprendere nelle relazioni d'amore.
Sfortunatamente Cenerentola non vede quest'odio, non è in contatto con esso, non sente che è suo, ne è dissociata e non può ammetterlo a se stessa.
Cenerentola quasi, quasi Carlo, dimentica il suo amore, il dolore è profondo, ma l'amore non può esser dimenticato del tutto e salta fuori e gli "oggetti interni" devono continuamente combatterlo e la rabbia è l'elemento più utile per nasconderlo: uno pensa al suo, alla sua amata, ma immediatamente risuonano i "supposti" torti subiti, l'impossibilità di averlo, averla, e quindi ce ne allontaniamo.
Io: la soluzione?
Lisa: la chiave Carlo, i topini di Walt Disney, i piccoli uccellini, il cane, il cavallo, tutti anima-li, anime.
C'è un aiuto fondamentale che viene a Cenerentola ed al Principe e che lei accetta, l'aiuto dall'anima, dalla mente pre-conscia, dallo Spirito, da Dio.
Cenerentola inizia a fluire avendo fiducia che non è sola in questo universo e che esiste qualcosa, qualcuno che può aiutarla e che l'universo non è così male come lei vorrebbe fosse.
Questo qualcosa l'ha sempre aiutata quando lei ha deciso di fluire, come quando andò al ballo o nel momento in cui fuggendo dalla stanza, lei "va giù" per riscoprire il suo amato... questo flusso da fiducia nella vita e lascia libero il cuore.

Mari

Io: Ciao, che dici di Cenerentola?
Mari: nulla Carlo, tutto è stato detto ed è molto bello, a me piace quella fiaba :)
Ci sono solo alcuni amori profondi nella nostra vita, sono grandi momenti per fare un vero passo, sfortunatamente spesso non li comprendiamo ed il nostro orgoglio ci blocca e possiamo rimanere lontani dal nostro amore molti anni. Uno può sentire un profondo amore, è qualcosa che ogni tanto apre le nostre sensazioni, una canzone ci ricorda di lui o di lei, una foglia su un ramo, un raggio di sole, ogni cosa, è un momento, in quel momento entrambi si stanno pensando, c'è vero amore, quel momento è pericoloso, può far esplodere, qualche lacrima arriva e ci bagna gli occhi, ci induriamo, ci asciughiamo quelle lacrime, la vita va avanti... ne rimaniamo in superficie.

Denise

Io: e tu?
Denise: non c'è più nulla da dire e c'è molto ancora da dire su questa fiaba Carlo, ogni cosa in essa è profonda, ma lasciami spiegare ancora meglio il significato delle scarpe, va bene?
Io: certo
Denise: le scarpe sono di cristallo, cristallizzano, fermano il tempo, in amore non c'è tempo, ogni altra cosa va via, non è più nulla, ogni cosa sparisce o non è più importante nella vita, resta solo l'amore e dopo che Cenerentola ed il Principe si incontrano, hanno solamente una cosa, una scarpa ciascuno, una scarpa di cristallo, ma è tutto ciò di cui hanno bisogno, una scarpa da sola è inutile, se il mio amore fosse per qualcun/altro che non mi ama, il mio amore è inutile, butto via la scarpa. Cenerentola tiene la sua scarpa, il cuore sa che il principe l'ama ed il cuore non può fare null'altro se non aspettarlo perché non c'è null'altro nella vita se non amore.
La scarpa del principe non è rotta, è solamente la Cenerentola/sorella che prova a rompere il suo cuore negando il suo amore per lei, ma la Cenerentola/cuore infine riesce a sbarazzarsi della sorella interna ed a ricordare a se stessa dell'unica cosa reale, la sua scarpetta di cristallo, il suo amore.

Sheila

Io: e per te, la scarpa di cristallo?
Sheila: :) grazie Carlo, invero non ci sono scarpe, in amore si tolgono le scarpe e quando il principe ne toglie una a Cenere-ntola, il tempo si frantuma in milioni di piccoli pezzi di cristallo ed il cuore di Cenerentola è libero e lei può togliersi l'altra scarpa ed è una con lui.
Il cristallo fissa il tempo, lo blocca, da mezzanotte non c'è più tempo nella vita dei due innamorati perché nulla ha più significato, solo quel momento d'amore è la cosa reale e così il tempo passa, ma non è vissuto, aspettando che l'altro, l'altra torni, solo allora le scarpe di cristallo non ci sono più e finalmente la vita fluisce ancora ed ha adesso un profondo significato :)

11 December 2010

Cinderella

Here is a brief written about the movie Cinderella of Walt Disney.

Tales can be very deep indeed, Cinderella is a type of character that people can have, adopt, live with. They are good hearted and they can't say no, for them is really difficult to say no to other requests. Cinderella does all the "dirty job" in the house and the sister and the stepmother use her, hate her. There is one other similar character, but completely different, this one helps others too, but does it to control others, needs approbation from other people. To understand the difference, Cinderella (Centaury character in Bach Flowers) will never complain, at least will burst out, the other type, Snow White (Chicory type in Bach flowers) will always complain, but will almost never burst out.

There is always Yin Yang in all what is, Cinderella is an Yin side of one character, we have a Yang side, the sisters and the stepmother; yes, they are the same person; in one character there are two sides, Cinderella can't say no, people use her, she ends hating others and most she is jealous of others (the sisters), that she thinks have more than her; she doesn't know this side, it's hidden or most is outside herself, she is split and she thinks she is good and well hearted, and she is, but she does not understand or doesn't want to "feel" her hate, her anger, she has problems admitting it to herself and founding a way to deal with it.

What happens to Cinderella? For the first time she manages to flow, she "feels" that she has to go to the dance and she does something that goes against her character, she prepares herself with beautiful clothes, a beautiful carriage and she goes out of her house with no permission, all done by herself! Yes, there is her fairy this time, a "spiritual" part of her being, but her fairy could be always there if she always remembers how to flow (in the italian version of the movie the Godmother name is changed in Smemorina, "Forgetting" . This time she is one with herself, because her heart feels the situation and what happens? She gets in love, her heart is full and she flows marvelously in love... in this situation her Yin and Yang are in harmony, together.

But... midnight comes, the Yin element is returning, midnight, dark, winter, no more sun, guilty feeling to be out of her house, of her "normal life" in a such weird situation: IN LOVE! It's not possible, she must escape, she must go back to her usual way of being, in her usual character and she runs away. She splits from her Yang element, the Prince.
Why in most tales the main character is a woman, a girl? It's because we are the Yin side of the creation, where the Tao, God or whatsoever is the Yang side; so Cinderella, Snow-white, are not only for a woman, they can suite perfectly also for a man and the most deep meaning is for both to be integrated with the Yang side of existence.

The story is very sad, now Cinderella is locked behind a door, in top of a tower, nobody really chose to lock her there, she only jailed her heart, that heart that was in love, that heart that put her in that so dangerous situation...
She also threw away the key.
The story is sad because most people get in this situation and will never open again, sure they marry, they do their life, but that marvelous moments will never come back and if one other situation will be, probably they will escape again...

She feels guilty, when we are little children, everyone introjects mother and father commands and way of thinking, in psychoanalysis they call them: Internal Objects. These are always more or less destructive and a character like Cinderella can be caught deeply by "sins" caused by her internal objects. The first was: Oh my God, I must be home before midnight! From then on is a sequel that ends closing herself and "forgetting" her love. She can even go with someone else, thinking she loves him, but that is a reflection of her true love, this one is not so dangerous, it's suitable for her Internal Objects, it's not devastating, can be controlled.
Only who finds the key can be free to love is/her real beloved and is free from is internal objects and realizes him/herself.
Cinderella is lucky, her prince is stubborn and really in love and he doesn't stop waiting her so easily. He starts searching her.

She is helped by some little mouses, they are children, her childhood comes and helps her, she manages to throw away from her mind her ego that wants for her to be a good woman, and thinks that a good woman must not be happy - or at least doesn't know how to be happy because one's heart is closed - and she doesn't deserve gift in her life.
Love saves Cinderella, she manages to open her heart again and she marries her prince. The meaning of this is that a Cinderella character always must try to open is heart and follow what his heart wants, be with who really his heart loves and not follow the rationality of one's head.

Carlo for his love

Now something more in a chat with my spiritual guides.

Ash

Ash: tales are the most short-deep symbolic things that can be, together with poems and paintings, they are very interesting.
You understood well, the heart closed in a tower means that the head is doing the heart job Carlo! But, you forgot the most important point lol! The crystal shoes, the little shoes.

Me: that I did not understand why, really, i know must be deep...

Ash: yes indeed... shoes are important for Cinderella characters, with a pair of shoes they can walk, they can run... lol, still you don't understand?

Me: umm, she can escape, but it's not easy to escape with crystal shoes and... she, her sister, breaks one, but... she has the other one. The shoes are the only thing that remains in her after midnight!!!

Ash: yes, the shoes, the feet are the only connection Cinderella has with his beloved, he founds her only because of them and Cinderella "remembers" him by her shoe, her foot... feet like hands are deeply connected with the subconscious, the heart. Yes, that's why the Chinese, to control their women, did so horrible things, reducing the size of their feet and remember Christ and what he said about washing the feet in John 13:10, the real meaning is a meditation...
The shoes are made of crystal, she has a crystal view of her life, of everything, when she escapes, she loses this and she "goes in the head", she loses her entirety, her totality, her being one from the feet to the head.
The prince, like her, has one "crystal shoe", they are connected, she forgot her one, but her heart no.
The sister destroys the one of the prince, this means that she tries to block the crystal view of him, denying his love to herself, but Cinderella, when all seem ending with no hope, "remembers", the heart manages to finally open again and finds again the crystal view of her love.

Lisa

Lisa: Cinderella has a lot of hate Carlo, this hate is in the stepmother, she is full of hate, the sisters no, they are invidious, but the stepmother has introjected so much hate to all those that keep her slave and most toward the father that is nowhere and left her in this miserable situation and alone. Consider that the father is somewhere, but in the movie he is nowhere, because he is completely absent. The Prince wants Cinderella, but has to deal with her hate, this is the meaning of the feet that the sisters cut and of the breaking of the crystal shoe, an act against the father/prince, but in that moment the hate can be seen and Cinderella can decide to thrust and give herself at her Prince to find a new relation that will finally give her the love she needs and that will give her the faith needed in the Yang element.

Me: but how? (In Tai Chi being able to use both toes and heels for standing and moving is very important)

Lisa: the moment with more hate in the movie is when the Cinderella/stepmother understands that Cinderella/heart loves the prince: she can't love who she hates, the Prince/father that left her.
It's an "internal object" that has become so powerful and, you father would say, so "Luciferin" - the cat Carlo, Lucifer, you forgot the fundamental figure of the cat - can't tolerate that love destroys her revenge and here the fight is mortal between love, her need to free herself once for ever from the tyrant ego and these "internal objects" self destructing. Hate is a fundamental component to understand in love relations.
Unfortunately Cinderella doesn't see this hate, she is not in touch with it, she doesn't feel hers, she is dissociated from it and she can't admit it to herself.
Cinderella, nearly, nearly Carlo, forgets her love, the pain is deep, but love cannot be all forgot and jumps out and the "internal objects" must always fight it and the anger is the most useful element to hide it: one thinks at his/her beloved, but immediately one thinks to the "supposed" wrongs suffered, to the impossibility to have him, her and therefor we go away from it.

Me: the solution?

Lisa: the key Carlo, the mouses of Walt Disney, the little birds, the dog, the horse, all ani-mals (in italian animali, anima-li, anima means soul from Latin).
There is a fundamental help that come to Cinderella and the Prince and that she accepts, the help from the soul, the pre-conscious mind, the Spirit, from God.
Cinderella starts flowing thrusting that she is not alone in this universe and that something exists, someone that can help her and that the universe is not so bad as she wants it is.
This something always helped her when she decided to flow, like when she wents to the dance or in the moment that when she escapes from the room, she "goes down" to rediscover her beloved... this flow gives thrust in life and leaves the heart free.

Denise

Me: and you?

Denise: there is nothing more to say or there is so much to say on this tale Carlo, everything is deep in it, but let me explain better the shoes meaning, ok?

Me: sure

Denise: the shoes are of crystal, they crystallize, they stop time, love stops time, in love there is no time, everything goes away, is nothing, everything disappears or is not important in life, only love stays and Cinderella and the prince after they met have only one thing, a shoe each, a crystal shoe, but that is all what is needed, they have a pair of shoes, one shoe alone is useless, if my love is for one other that doesn't love me, my love is useless, I trow away the shoe. Cinderella doesn't throw away her shoe, the heart knows the prince loves her and the heart can't do nothing else that wait him because there is nothing else in life but love.
The shoe of the prince is not broken, is only the Cinderella/sister that tries to break is heart denying her love to him, but Cinderella/heart at the end finally can get rid of her Internal sister and reminds herself of the only thing real, her crystal shoe, her love.

Mari

Me: ciao, what do you say about Cinderella?

Mari: nothing Carlo, all is said and is very nice, I like that tale :)
There are only few deep loves in our life, they are great moments to make a real step, unfortunately we often don't understand them and our proudness blocks us and we can be far from our love for many years. One can feel a deep love, it's something that once in a while opens one feelings, a song reminds him or her, a leave on the tree, a ray of sun, everything, it's a moment, in that moment both are thinking eachi other, there is true love, that moment is dangerous, can burst out, some tears come and wet our eyes, we harden our self, we clean those tears, life goes on... we remain on it surface.

Sheila

Me; And for you, the crystal shoes hun?

Sheila: :) ty Carlo, there are actually no shoes, in love you take off the shoes and when the prince takes off one shoe from Cindy, the time breaks in a million of little pieces of crystal and the heart of Cindarella is free and she can take off the other shoe and she is one with him.
Crystal fixes time, it blocks time, from midnight there is no more time in the life of the two in love because nothing has no more meaning, only that moment of love was the real thing and so time passes, but is not lived, waiting that the other will be back, only then the crystal shoes are no more and finally life flows again and has a deep meaning again now :)

02 December 2010

Neve a New York

La neve, il ricordo
di quella sera buia, innevata a New York!
C'eri tu, illuminavi l'oscurità.
Eri felice, ero felice,
poi piansi disperato sulla tua spalla,
tu li che non sapevi consolarmi,
troppo triste la vita.
I tuoi occhi secchi,
troppo duro l'amore.

Poi improvviso il gelo,
a rincorrerci disperati
giorno dopo giorno,
dov'era il tuo calore allora,
dov'era il mio sorriso per te spento.
Mesi, anni
Due ormai ed eccoti,
ecco la tua luce!
ecco il mio sorriso!
ecco le nostre lacrime felici
sei qui, sono qui,
l'amore, com'è stupido,
ma che gioia divina :)

per Sheila

04 November 2010

Viaggio in Cina 3 – La fluidità della notte

Terzo video del viaggio da Shangai.



Siamo a Suzhou dopo cena, due momenti della notte cinese.

Nel primo, una scena assolutamente caratteristica della Cina moderna, un gruppo di donne che balla in piazza con musica pop americana e cinese...
Nel secondo classica gita in battello lungo il canale artificiale più lungo del mondo lungo, 1000 chilometri che arriva a Pechino.

Le immagini non sono un granchè, bella l'acqua, c'è voluto un bel brano di Elisa per tenere su il video.
La cosa più interessante, assolutamente in controtendenza alla nostra cultura è l'opulenza, quando i cinesi fanno la cerimonia del te, versano apposta l'acqua dappertutto perché così l'acqua ri-torna, a tavola le portate sono per il doppio dei commensali e vanno lasciate altrimenti ne portano altre e notate l'illuminazione lungo il fiume.

Fluide le donne di ogni età, movimenti semplici, la sincronicità fra loro è perfetta, fluido il fiume, fluida la canzone.

Il finale è per il tempio taoista...

03 November 2010

Viaggio in Cina 2 - i giardini di Suzhou: "La mobilità nell'immobilità"

Questo video l'ho girato in due giardini a Suzhou.



Sono famosi, forse un tempo erano meravigliosi, ma la città è stata bombardata dai Giapponesi e sono stati ricostruiti.

All'interno di uno dei giardini abbiamo dei Bonsai, la guida ci spiega che i giapponesi li han copiati, anche il nome Bun Zai è cinese. Ai nostri occhi sembrano enormi, così abituati a vedere i manichei piccoli alberi trattati dai giapponesi in spazi ben più ristretti di questi, espressione del loro coatto bisogno di ridurre le pulsioni vitali della natura in piccole gabbia ben controllate...
I giapponesi hanno sempre copiato dalla sorella maggiore, lo Zen è una imitazione ossessiva del leggendario Chan cinese, espressione altissima dell'incontro fra Taoismo e Confucianesimo i cui insegnamenti possiamo ancora leggere in molti scritti tramandatici dagli "illuminati" Chan.
"Non dimorare nel dimorare, non dimorare nel non dimorare", recitano i sommi Hui Neng, Hui Hai e Huang Po (spesso viene compresa solo la prima parte della frase).

I fasti della Cina dovevano essere fonte di fortissima invidia per la piccola nazione contornata dall'acqua, se poi si espresse con tanta distruttività causando alla grande Cina milioni di morti...
I Giapponesi hanno copiato tutto dalla Cina, ma non si eran dati la pena di copiare il Tai Chi, troppo difficile capire la morbidezza di quest'arte per farla propria, neppure i Cinesi moderni, riescono più a comprendere la nobile arte Taoista, si, l'hanno reintrodotta nel 1956, ma da allora non riescono più a sentirne la profondità, non possono, una società confuciana, non può capire il taoismo, non può capire la fluidità.

Appaiono nei giardini tracce di antica comprensione, come la piccola pagoda con le aperture sui quattro lati che coglievano l'energia di ciascuna stagione, antiche comprensioni energetiche, che gli indiani d'America con le loro pietre delle medicina avevano capito.
I giardini comunque hanno ancora il pregio di esser un luogo di pace e meditazione e i vari angoli e scorci danno la sensazione della "mobilità nell'immobilità" che il video vorrebbe presuntuosamente trasmettere anche grazie al brano dei VNV Nation, gruppo di "industrial rock" che per la legge degli opposti ci regala un momento di quiete in questa città di sette milioni di abitanti.
La musica riesce persino ad integrarsi con la "donna flauto" eternamente suonante, perfetta e posticcia, uno dei tanti ritrovati turistici che ormai abbondano nella Cina.
Neppure la guida con il suo divertente inglese cadenzato in cinese, riesce comunque a non esser Yin Yang fra i sassi di questi antichi luoghi e la scena finale con il boschetto di bambù ed il portale rotondo ci danno un momento di magia.

21 October 2010

Viaggio in Cina 1 - Donne in Cina

Posto un video che ho girato, commentato e montato, questo era il mio antico mestiere, regista, montatore e semi-giornalista per nove anni in una televisione privata.



A Giugno del 2008 ero a Shangai con alcuni capiscuola europei dell'Itcca, il 29 Maggio siamo partiti per alcuni giorni verso i Monti Gialli con il nostro Maestro. Questo è il primo resoconto.
Dopo un paio d'ore d'autobus ci siamo fermati a quella che è considerata la Venezia della Cina, una città di mille anni, interessante, ma nulla, nulla a che fare con Venezia. Più simile ad una nostra piccola cittadina d'arte.
Ho girato le scene facendo dei commenti in presa diretta, un metodo soggetto a strafalcioni linguistici, ma che ha il pregio dell'immediatezza, parlare senza neppure sapere cosa si vedrà.
Il montaggio è sequenziale, scelgo di inserire gli spezzoni video nell'ordine in cui li ho girati e poi osservo cosa ne è venuto fuori, che trama, che significato ha il video che ne risulta.
Anche il brano musicale è inserito quasi casualmente, un bellissimo brano dei "The Gathering", un pezzo che va sentito e risentito e che si adatta perfettamente al tema che è scaturito dal video finale, naturalmente per me, ognuno puó avere una visione diversa: la donna in Cina.
Una scena inquadra impietosamente la Cina del passato, donne costrette a stare chiuse in una stanza, non abili, perché ritenute "inferiori", a stare nel mondo degli uomini. Cosa facevano? Come si sentivano? Anche al giorno d'oggi molte donne nel mondo stanno parecchio del loro tempo in casa, ma almeno hanno Facebook e il web e sono collegate col mondo, quel che è successo nel passato sembra difficilmente ripetibile, anche sotto gli sforzi incalliti di qualche presidente del consiglio.
Bellissimo qui, la voce femminile del gruppo, disperata e struggente, sembra chiedere aiuto per uscire dall'oppressione del ricordo di queste giovani, adulte e vecchie, che sembra rivivono nei neri inquietanti uccelli della scena immediatamente successiva, col collo irrimediabilmente piegato
Nel filmato vediamo anche sprazzi della vita delle donne moderne in Cina, una decisa guidatrice, una energica contadina che scarica una cassetta di uova.
Vedremo anche nei prossimo video come la donna cinese ha assunto una posizione quasi dominante nella Cina attuale e gli uomini sono spesso comandati a bacchetta. Yin Yang? Quel che è successo nel passato è effetto del Confucianesimo, cultura patriarcale e fascista, spesso innalzata a modello da persone occidentali ammaliate dai "buoni precetti" di Confucio, ma cultura di morte e fortemente osteggiata dal Taoismo che ne ha sempre disvelato la vera natura razzista: il marito è sopra la moglie, il genitore è sopra il figlio, il padrone è sopra il servo. E ne ha rivelato il falso buonismo, costruito con mille leggi e regole che piacciono tanto all'ego giudicante e dittatore.

Nel filmato abbiamo, due anziani, uomini che suonano: saggi sfuggiti alle grinfie delle mogli o vecchietti un po' andati e sognanti?
Il brano dei The Gathering contrasta fortemente sia con la musica dei suonatori che con l'ambiente un po' finto della cittadina sull'acqua, perché sicuramente ricostruita negli ultimi anni ad uso turistico. Solo alla fine, il dolce flauto di un altro uomo seduto davanti a casa, dopo immagini di lanterne rosse oscillanti al vento che ci ricordano il triste film di un ricco cinese spietatamente alle prese col suo harem, riesce a dialogare alla pari col brano del gruppo Olandese, armonizzando le due culture nell'ultimo istante del filmato.

12 August 2010

Healing eyes and ears meditation

This is the beginning of an healing meditation for the eyes and the ears.
You have to lay down, the nose in this position is like a mountain, the eyes are two lakes.
For the combination of this two elements you can read my post of two years ago: An ancient mountain, a young lake
There is water (energy) coming down from the nose, it flows to the eyes from both sides of the bridge in an energetic waterfall and goes directly to the internal angle of the two lakes. Stay still until you feel this flow, if you don't feel nothing, you need to repeat this meditation, every day for some minutes, one eye at a time, as long as you get it.
There is one other flow of energy coming from under the nose, from inside the mountain (this part is directly in touch with the heart); feel an underground river that springs out to the internal angle of the eyes, under the lake. Both flows, (the first one, the one coming down from the mountain, is connected to the belly) are two different types of energy and they mix here, at the inner angle of the eyes.
This flow of water (energy) then covers the eyes: feel the stream going in four directions, to the upper (North) and to the lower part (South) of the eye, to the deepest part (Nadir) and to the upper one (Zenith) of them.
Stay feeling this for a while. At the beginning you can work on one only direction, after on the couple of them, North/South and Nadir/Zenith, when you have little time feel all the eyes fully covered.
The stream continues going to the outer part of the eyes and here forms a big waterfall going down to the ears, but first the energy fills up the temples, an important acupuntcure point, stay here until you like, then follow the falling water that reaches the ears, opening them. The ear must always be open for the health of the person.
Let the water go inside and feel like the ears are dungeons under the earth level. You must go deep inside, so deep that both rivers rejoin in the middle of the head.
This is the first part of a very nice and healthy meditation my Guides gave me.

Meditazione per guarire occhi e orecchie

Questo è l'inizio di una meditazione di guarigione per gli occhi e le orecchie.
Dovete stare sdraiati, il naso in questa posizione è come una montagna, gli occhi sono due laghi.
Per la combinazione di questi due elementi potete leggere il mio post di due anni addietro: Un'antica montagna, un giovane lago
C'è acqua (energia) che viene giù dal naso, fluisce verso gli occhi da entrambi i lati del ponte in una cascata energetica e va direttamente all'angolo interno dei due laghi. State immobili finché non sentite questo flusso, se non sentite nulla, dovete ripetere questa meditazione, ogni giorno per alcuni minuti, un occhio alla volta, fino a quando non è chiara la sensazione.
C'è un altro flusso di energia che proviene da sotto il naso, dall'interno della montagna (questa parte è in diretto contatto col cuore); sentite un fiume sotterraneo che esce nell'angolo interno degli occhi, sotto il lago. Entrambe le correnti (il primo connesso con la pancia), sono due tipi diversi di energia e si mescolano qui, all'angolo interno degli occhi.
Questo flusso d'acqua (energia) va a coprire gli occhi: sentite la corrente che va in quattro direzioni, verso la parte alta (Nord) e verso la parte bassa (Sud) dell'occhio, verso la profondità (Nadir) e verso la sommità (Zenith) degli stessi.
Rimanete a sentire questo per un po'. All'inizio potete lavorare su una direzione sola, poi sulla coppia, North/Sud e Nadir/Zenith, quando avete poco tempo sentite entrambi gli occhi completamente coperti.
La corrente continua arrivando alla parte esterna degli occhi e qui forma una grande cascata che cade verso le orecchie, ma prima l'energia riempie le tempie, due importanti punti di agopuntura, state qui finché vi piace, quindi seguite l'acqua cadente che raggiunge le orecchie, aprendole. L'orecchio deve sempre essere aperto per la salute della persona.
Lasciate che l'acqua penetri e sentite come se le orecchie fossero grotte sotto il livello del suolo. Dovete andare bene in profondità, così tanto che entrambe i fiumi si ricongiungono nel centro della testa.
Questa è la prima parte di una bella e benefica meditazione che le mie guide mi han dato.

English version

06 August 2010

Caruso's heart



"I have seen him sob for five minutes in his dressing room after the first act [of Pagliacci]; I have seen him fall on the stage, faint from emotion; and I have also seen him come off whistling gaily and joking with the chorus. Whatever his own emotions were, his audience was invariably overwhelmed. I asked him to explain the secret of this power. He said, "I suffer so much in this life, Doro. That is what they feeling when I sing, that is why they cry. People who felt nothing in this life cannot sing."

This words come from an Enrico Caruso nice web site: http://www.enricocaruso.dk/caruso_artist_and_man.html

30 July 2010

Crab Apple (Melo selvatico)

Se pensi che qualcosa non vada, se non ti senti a posto dentro te stesso, se hai dei guai nella vita, Crab Apple li aggiusta e rilascia la tensione che causa quel problema, così... è un rimedio universale :) lo puoi sempre prendere, mette ogni problema fisico, mentale e spirituale nel suo stato reale e lo guarisce.
Biancaneve, un mattino, era chiusa nella sua casa ed una vecchia veramente brutta venne ad offrirle una mela, Biancaneve la prese e la mangió e cadde in uno stato di 'incoscienza', cosa significa ció in verità Carlo? Era spaventata, aveva paura che la matrigna potesse ucciderla per la sua bellezza, era scissa in due parti, quella nera e quella bianca, quella brutta e quella bella, quella cattiva e quella buona, ogni cosa in lei era così, lei fece quella scissione, lei scelse di vedere bellezza e così dovette vedere bruttezza ed alla fine ogni cosa era terribilmente attraente e terribilmente pericolosa e cos'altro poteva fare se non chiudersi in casa? Lei mangió 'Crab Apple' e? e la mela, Crab Apple non era per metà avvelenata, il suo stato di coscienza così illuminata scivoló via e finalmente dormì, finalmente si rilassó e lasció le cose andare per conto loro, senza più vedere nero o bianco con un taglio così profondo fra uno e l'altro. Tutti attorno a lei pensarono che fosse morta, ma non era così, era in un nuovo stato, era solo rilassata e libera, libera per lasciare che il suo principe, l'elemento Yang venisse a lei e la baciasse profondamente ed era libera per andar con lui per una nuova esistenza, Yin e Yang ora insieme per tutta la vita.

English version

Crab Apple

If you think something is not ok, if you feel bad in yourself, if you have some problems in life, Crab Apple fix it and release the tension that causes that problem, so... it's an universal healer :) you can always take it, it puts every physical, mental and spiritual trouble in it's real state and heals them.
White-snow was locked in her house one morning and a old very ugly woman come to offer her an apple, White-snow took it and eat it and fall unconsciously, what that means Carlo in reality? Before she was afraid, she was afraid her mother in law could kill her for her beauty, she was split in two parts, the white and the black one, the ugly and the beauty one, the bad and the good one, everything in her was like that, she made that split, she chose to see beauty and so she had to see ugliness and at the end everything was terrible nice and terrible dangerous and what could she do if not close herself in the house? She eat Crab Apple and? and Crab Apple was not half poisoned, but her state of so illuminated consciousness fade away and she finally slept, she finally relax and let things go by there self, without seeing no more black and white with so deep cut between one and the other. All around though she was death, but was not so, she was in a new state, she was only relaxed and free, free to let her prince, (the Yang element) come to her and deeply kiss her and she was free to go with him for a new life, Yin and Yang now together for ever.

29 July 2010

Idealismo

Non c'è idealismo in Dio, in Lui c'è solo pace, pace e amore. Perché avresti bisogno dell'idealismo Carlo, non hai un cuore? Un cuore che sente cos'è corretto e cos'è non corretto? Vedi tutte le guerre? Tutte derivano da una sorta di idealismo, ce ne sono così tanti. Una persona pensa ed arriva ad una conclusione e quella conclusione diventa come una legge e deve essere completata e questo deve essere negli anni, in centinaia di anni. Le religioni sono così, alcuni ragionamenti sono corretti, forse è una cosa buona non mangiare carne, ma ció non avviene nel Buddismo Tibetano, perché? Perché vivevano a 4000 metri, su alte montagne, fa freddo, hanno solo carne, non possono ammazzare sé stessi per idealismo. Anche se ci sono molte persone che possono ammazzare se stessi per stupidità... guarda ground zero a New York, guarda le persone kamikaze...
L'idealismo viene dall'ego, serve per supportare l'ego e non ci sono ideali cattivi, né buoni, derivano tutti da uno stato dell'ego, tu segui i tuoi ideali ed il tuo ego si gonfia sempre di più e tu diventi arrogante, tu sei colui che, quello giusto, il prescelto, il popolo eletto, tu sei il migliore perché agisci correttamente, in maniera giusta... ma tutto ció non vale la pena, è solo uno spreco di tempo ed è pesante, molto pesante e Dio non è li, Egli non è vicino un ego che segue il proprio idealismo.
Segui il tuo cuore Carlo, ogni istante, in ogni situazione, senti la risposta corretta per ogni momento che arriva, una persona saggia è sempre così, non sa a priori cosa è corretto, cosa è sbagliato, egli conosce, annusando, toccando, guardando e sentendo perché ogni momento, ogni posto, ogni persona nella vita è differente.

The idealism

There is no idealism in God, there is only peace in Him, peace and love. Why you need idealism Carlo, don't you have an heart? An heart that feels what is correct and what is not correct?
Do you see all the wars? All come from a sort of idealism, there are so many.
A person thinks and he arrives to a conclusion and that conclusion becomes like a law and must be fulfilled and this must be in the years, in hundreds of year. Religion are like that, some thinking are correct, maybe is a good thing to not eat meat, but this is not in Tibet Buddhism, why? Because they lived at 4000 meter in high mountains, its' cold, they have only meat, they can't kill them self for an idealism! Even that there are lot of people that can kill them self for stupidity... look New York ground zero, look kamikazes people...
Idealism comes from the ego, it's needed to support the ego and there are no bad and good idealism, there are all from an ego state, you follow your idealism and your ego inflates more and more and you become arrogant, you are the one, the right one, the chosen one, the chosen people, you are the best because you do correct, right... but all this is not worthwhile, it's only a waste of time and it's heavy, very heavy and God is not there, He is not near one ego following his idealism.
Follow your heart Carlo, every instant, in every situation, sense the correct answer for every moment coming, a wise person is always like this, he doesn't know before what is correct, what is wrong, he knows, smelling, touching, looking and feeling because every moment, every place, every person in life is different.

28 July 2010

Il simbolismo della spada

Una spada ha due significati, tagliare, distruggere, conquistare oppure riconquistare, riguadagnare, far ritorno ad uno stato perduto ed immettere nuova energia.
Una spada ha due tagli che simboleggiano la sua dualità, una spada puó essere tenuta in due maniere, in su od in giù. Non c'è bisogno di spiegare la differenza nelle carte dei Tarocchi quando l'Asso di spade è estratto diritto o rovesciato; nel Tai Chi la spada è tenuta con la punta verso il cielo, nel mondo militare è nel fodero, con la punta verso terra. Una posizione è vita, una è morte.
L'energia che la spada muove nell'ambiente non è la stessa nei due casi, nel film di Disney, 'La Spada nella roccia', l'energia nella nazione, nelle persone è completamente bloccata, non c'è un re, non c'è nessuno capace di sollevare la spada, solo Artù la estrarrà dalla roccia e la solleverà al cielo, perché è stato allenato ai segreti della spada dal suo maestro, il mago Merlino. Quando nel film solleva la spada, il cielo si apre e scende un suono celeste e lui è re.
Nel Signore degli anelli in due situazioni abbiamo lo stesso significato; la prima volta, il re di Rohan, Theoden, è liberato dal mago, 'Gandalf il bianco' dalla sonnolenza di cui era prigioniero. Gandalf gli rivolge queste parole: 'Questo re ha bisogno della sua spada' e a Theoden viene portala la spada, la prende in mano, la solleva ed in quel momento è di nuovo completamente se stesso, il sangue scorre di nuovo nelle sue vene.
La seconda spada è persino più importante, è la spada che fu rotta, Erendil. Ed anche qui non c'è un re per quella spada: Aragon è solo un ramingo. In tutta l'opera di Tolkien, poco alla volta torna al suo reale stato e quando la spada che fu rotta viene riforgiata da Arwell, sua compagna di vita, l'elemento Yin in noi, Aragon, l'elemento Yang, la prende in mano e la solleva ed è di nuovo re, re di Gondor, che per centinaia di anni fu retto da un reggente che aspettava che il re tornasse.
Il re è il nostro cuore, Artù, Theoden, Aragorn sono simboli, sono i cuori dei loro reami, la spada simboleggia la nostra colonna vertebrale, pienamente funzionante, l'elsa nel sacro, un nome speciale per questo osso, che muove il corpo, come un timone di una nave o di un aeroplano - un capitano è sempre vicino alla ruota che comanda la sua nave - la punta della spada la testa, libera di muoversi.
Tutto questo è solo simbolico, non abbiamo bisogno di una spada reale, ma possiamo farci male - milioni di persone hanno problemi alla schiena - o farlo a persone attorno a noi, o a nazioni, se non abbiamo la nostra spada interna girata verso il cielo.

27 July 2010

The sword symbolism

A swords has two meanings, to cut, to destroy, to conquer or to reconquer, to regain, to return to a state that was lost and to give it new energy.
A swords has two blades that symbolize this duality, but a sword can be held in two ways, upwards or downwards.
No need to explain the difference in the Tarots cards when the Ace of swords is pulled out straight or reversed, in Tai Chi the sword is held with the point to the sky, in military it's in the sheath, with the point to the ground. One position is life, one is death.
The energy that the swords moves in the environment is not the same in both cases, in the Disney movie, The sword in the stone, the energy in the nation, in the people is all blocked, there is no king, there is no king able to lift the sword, only Arthur will pull it out and will lift it to the sky, because he was trained to the sword secrets by his teacher, the wizard Merlin. When in the movie he lifts the sword, the sky opens and a celestial sound comes down and he is the king.
In The Lord of the rings we have the same meaning in two situations; the first time, the king of Rohan, Theoden, is freed by the wizard 'Gandalf the white' from the sleep in which he was. Gandalf says to him these words: "This king needs a sword" and they bring to Theoden his sword, he takes it in his hand, and rises it and in that moment he is fully again himself, blood running in his veins.
The second sword is even more important, is the sword that was broken, Erendil. And still there is no king for that sword: Aragon, he is only a strider. In all the Tolkien masterpiece, he slowly comes back to his real state and when the broken sword is re-forged by Arwen, his life companion, the Yin element in us, Aragorn, the Yang element, takes it in his hand and lifts it to the sky and immediately he is king again, king of Gordon, that for hundreds of years was only ruled by a steward waiting his king was back.
The king is our Yang element, Arwell, the Yin element, reforges the sword.
The king is our heart, Arthur, Theoden, Aragon are symbols, they are the hearts of their realm, the sword symbolizes our spine, fully working, the hilt in our sacrum, a special name for this bone, the mover of the body, like the rudder for a ship or an airplane - a captain is always near the steering wheel of his ship - the tip of the sword it's the head, free to move.
All this is only symbolic, we don't need a real sword, but we can harm our self - million of people have back pain - or people around us, or nations, if we have not our 'internal sword' pointing to the sky.

pioggiaopportuna.wordpress.com/2010/07/28/il-simbolismo-della-spada/

The cutting sword

The sword is used to cut, to end, to close. The sword closes the cycle of the seasons. It's the wave that, after crashing on the shore, disappears. Of course, in the movements are also contained other parts of the cycle, but the sword is the last piece, the last breath, the subtle cut - cutting is a fundamental energetic condition.
The essence of the sword is here summed up, it's water in movement, like the wave that crashes and returns, this is the way in which you must move in the sword form more than in other forms. The broadsword is burning fire, it attacks all that it meets. The barehand form is earth, it fades, it calms and placates itself, and vanishes into nothingness.
The fingers of the left hand are a sword as well and they can cut, they balance the sword, and they must be there because of the duplicity of the sword - the two cutting blades that the sword has - two fingers point out, forward, two point backward, the thumb completes the circle with them.
In the sword form everything is perfect, round, each thing is a cycle and this Mudra of the left hand is the "mudra of the perfect cut", even stronger than the sword itself, it's the power of action, the point of balance, that always balances motion. You have to remain here, in this point,where this mudra touches the sword or the wrist in different ways, according to the action or position. 'To have the pulse of the situation', or like a doctor feeling one's pulse through the wrist to determine one's condition.

La spada che taglia

La spada serve a 'tagliare', to cut, finire, chiudere. La spada chiude il ciclo delle stagioni. E' l'onda che dopo essersi infranta si spegne. Certo, nei movimenti ci sono anche le altre parti del ciclo, ma la spada è l'ultimo pezzetto, l'ultimo soffio, taglio sottile, taglio definitivo. - Il tagliare è una delle situazioni energetiche fondamentali nella vita -
L'essenza della spada si racchiude qui, è acqua in movimento, come l'onda che si infrange e ritorna, così devi muoverti nella spada, ancor più che nelle altre forme. La sciabola è fuoco che brucia, si attacca a tutto ció che incontra. La forma a mani nude invece è terra, si spegne, si calma e placa, e sparisce nel nulla.
Le dita della mano sinistra sono anch'esse una spada e tagliano, bilanciano la spada e devono esserci a causa della duplicitá della spada, - le due lame che la spada ha - due delle dita puntano in fuori, in avanti, due dita puntano indietro, il pollice che completa il cerchio con queste.
Nella forma della spada ogni cosa è perfetta, rotonda, ogni cosa è un ciclo e questa Mudra della mano sinistra è 'il mudra del perfetto taglio', persino più potente della spada, è la potenza dell'azione, è il punto d'equilibrio, che sempre equilibra il movimento. Tu deve rimanere qui, in questo punto, dove questo mudra tocca la spada od il polso in diverse maniere, a seconda dell'azione e della posizione. 'Avere il polso della situazione', o come un dottore di un tempo che ascolta il polso e determina qual'è la reale condizione.

24 July 2010

The two heart meditation

Center your heart with your loved one, they must be absolutely synchronous, and then let it beat and listen her/his beat, look her/his light that with yours becomes incandescent and breath, breath with her/him and become the all universe and your light, your beat, your breath fill every place, everyone, everything.
After rest in joy.

Meditazione dei due cuori

Centra il tuo cuore con la tua amata/o, devono essere assolutamente in sincrono, poi lascialo battere e senti il suo battito, senti la sua luce che con la tua diventa illuminescente e respira, respira con lei e diventate l'universo intero e la vostra luce, il vostro battito, il vostro respiro riempiono ogni posto, ognuno, ogni oggetto.
Poi riposa felice.

Wild Rose

We are in a narrow mountain path, after a while it bends and the path opens in a nice valley; hidden by Wild Roses roves there are some ruins, here once. Once was a small little town with people laughing and singing, but now there is no more. The Wild Rose tree is there, waiting, waiting to make people laugh and sing again. We sit in a nice spot, with many Wild Rose flowers around, you and me, our hands one in the other and we stay like that silently listening the gentle wind around us. It's not immediate, we have to wait the right moment, the right gap between the silence of time and when that moment arouses, straight from our hearts comes that weird strong feeling, I have my eyes closed now, like yours and I feel you in all my being and you too have the same feeling, the same energy, we are one in love...

The sleeping beauty and all people in the realm were put to sleep for one hundred years and Wild Rose was protecting them all, waiting for the Prince, the Yang element to come; he kissed the Princess and the Wild Rose energy could flow in their heart, once again to make life what it's meant to, love.

Wild Rose - Rosa canina

Siamo su uno stretto sentiero di montagna, dopo un po' questo curva e si apre un'incantevole vallata. Nascoste da rovi di Wild Rose ci sono dei ruderi, qui un tempo c'era un piccolo paese con persone che ridevano e cantavano, adesso più nulla. L'albero di Wild Rose è li, aspettando, aspetta per poter far ridere e cantare ancora le persone. Noi sediamo in un bel posto, tutto contornato di fiori di Wild Rose, tu ed io, le nostre mani una nell'altra e stiamo fermi così, ascoltando il gentile vento attorno a noi. Non è immediato, dobbiamo aspettare il giusto momento, lo spazio fra il silenzio del tempo ed in quell'istante sorge, direttamente dai nostri cuori arriva la strana forte sensazione, ho i miei occhi chiusi, come i tuoi e ti sento in tutto il mio essere ed anche tu hai la stessa sensazione, la stessa energia, siamo uniti nell'amore....
La bella addormentata nel bosco e tutti quelli del suo reame furono addormentati per un centinaio di anni e Wild Rose era attorno al loro castello in rovina proteggendoli, aspettando che arrivasse il Principe, l'elemento Yang, lui bació la Principessa e Wild Rose potè fluire ancora una volta nei loro cuori per far si che la vita avesse il suo reale significato, l'amore.

23 July 2010

Fluire

Fluire è un'esperienza d'amore, è vita, è forza vitale, invero non c'è null'altro, la vita è un flusso e possiamo solo fluire, ma possiamo pensare di non star fluendo, non comprendiamo, non accettiamo, così arriva il dolore. Il dolore è un'indicazione di uno stato di 'non flusso'.
Alcune persone sono impulsive, queste persone entreranno nell'acqua senza pensare, possono persino morire perché si appoggiano solo a loro stesse per sopravvivere.
Alcune persone pensano, possono persino non entrare nell'acqua tutta la vita perché c'è sempre qualcosa che non va, anche costoro fanno affidamento solo a se stessi.
Cosa è fluire? In un'aneddoto del grande maestro taoista Chuang Tzu, Confucio arriva ad un fiume dove persino i pesci avevano paura di nuotare talmente era impetuoso. Proprio al centro dell'acqua, c'era un uomo con i capelli
lunghi. Cosa pensa un pensatore come Confucio? Che l'uomo era in pericolo ed un pensatore di buon cuore vuole sempre aiutare gli altri, così aiuta il suo ego...
Naturalmente manda i suoi discepoli :) Al loro ritorno gli dicono: quell'uomo sta solo nuotando, non è in
pericolo. Com'è possibile domanda Confucio... una testa rimasta sola non capisce il fluire; l'uomo arrivó e provó a spiegare: "Una volta c'era l'acqua e c'ero io... adesso non c'è l'acqua e non ci sono io, siamo uno, fluiamo."
Chi pensa troppo è centrato nella testa, chi è impulsivo è centrato nella pancia, chi fluisce è centrato nel cuore e testa, pancia, cuore sono uno.

www.maestrioziosi.it/tao/chuantzu.htm

Flowing

Flowing is a lovely experience, it’s life, life force, in reality there is nothing else, life is a flow and we can only flow, but we can think we are not flowing. This harms us because we want to go against the flow, we don’t understand, we don’t accept, so pain emerges. Pain is an indicator of a ‘not flowing’ state.
Some people are impulsive, these people will enter the water without thinking, they can even die because they rely only on themselves to survive.
Some people think they can't enter in the water all their life because there is always some thing that isn't right, these people also rely only on themselves.
What is flowing? In a story of the great Tao master Chuang Tzu, Confucius arrives to a river where even the fishs are too afraid to swim. Right in the middle of the water, there is a man with long hair. What does a thinker like Confucius think? That the man is in danger and a thinker with a good heart always wants always to help others, so he helps his ego…
Naturally he sends his disciples :) When they return, they said to him: that man is only swimming, he is not in danger! How it’s possible asks Confucius… a head alone doesn’t understand flowing, the man comes up to him and tries to explain: “in the beginning there was the water and me… now there is no water and there is no me, we are one, we flow”.
He who thinks too much is centered in the head, he who is impulsive is centered in the belly, he who flows is centered in the heart and head, belly and heart are one.

18 July 2010

Uomini che uccidono donne

Uomini che uccidono donne

Si Carlo, è molto triste e uccidono la loro amata, uccidono colei che potrebbe aiutarli ad avere una nuova vita.
Questi uomini sentono un grande amore e una volta che l'amata è andata via pensano di essere da soli, ma non è così, possono sentirle, possono amarle persino da soli... improvvisamente il loro cuore era per la prima volta pieno, pieno di luce, pieno di gioia e pensano ora di essere soli, e nessuno lo riempirà mai più. Cominciano ad odiare la loro amata, stanno solo proiettando l'odio che hanno per se stessi, l'odio che hanno sempre avuto dentro e che per un momento era nascosto dall'amore che hanno toccato.
Carlo, l'amore è dappertutto, in ogni persona, non comprendono ciò.

Perché gli uomini?

Mi chiedi perché gli uomini? Un bimbo ha una madre, lei l'ha odiato... una bimba ha un padre, se lui l'ha odiata una donna ha una vendetta lasciando l'uomo, per un uomo è più difficile, gli uomini sono meno capaci di sopportare il dolore, reagiscono più violentemente. Quando gli uomini sono attaccati da donne, ogni donna deve pensare che questi uomini hanno avuto madri che non hanno insegnato l'amore al loro bimbo.
E per la nostra cultura gli uomini devono essere 'forti', le donne no, un uomo gentile spesso è considerato solo uno stupido.

Men that kill women

Men that kill women

Yes Carlo, it's very sad and they kill their beloved, they kill who could help them to have a new life. These men feel great love and they think they are alone once their love is gone, it's not so, they can feel them, can love them even alone... suddenly their heart was for the first time full, full of light, full of joy and they think now they are alone, and no one will never fill them anymore. They start hating their loved, they only project the hate they have for themselves, the hate they always had inside that for a moment was hidden by the love they touched.
Carlo, love is everywhere, in every person, they don't understand this.

Why man?

You ask me way man? a boy has a mother, she hated them... a girl has a father, if he hated them women will have a revange leaving men, for men is more difficult, they are less good to sustain pain, they react more violently.
When men are attacked by woman, every woman must think that these men had a mother, a mother that didn't teach love to their child. And in the culture men must be 'strong', woman no, woman can be gentle, a gentle men often is considered only a fool :(

17 July 2010

Tears

Tears like stars of light,
The longest day is endless
As the longest night.

Tears from your eyes,
I still don't know how deep they are
I feel they are brigher than the brightest star

16 July 2010

Sheila for Carlo

Nothing, really nothing can stop us loving each other.
We tried, we tried in every mode, you harm me, I harmed you, you betrayed me, I betrayed you.
I left you, I tried to get rid of all my love for you, I waited years that it was gone, nothing, is still there.
I tried to wait that all your love for me was gone, nothing, nothing happened, all your love is still there.
We are full of love for each other, what we will do now?
There is nothing we can do, i only know you are my love, you, only you, I can trow it in the ground, I can spit on it, I can make it shit, I can beg God to take it away... but... it's still there, untouched, it's still there in his beauty, untoucheable.
My love, my only love,
will you take it this time?
I only beg you this, take it, we can't do nothing, it's my love for you, it's, it's here, sweet, trembling, joking, laughing, screaming, crying, take it my only one :)

Rock Water - L'acqua sorgiva

Rock Water è un vecchio molto rigido, sa che è vicino a conoscere Dio, prova di tutto per raggiungerlo, ma invano... sta lì, in meditazione aspettando, facendo di tutto per sentire Dio in sé; conosce molto del significato della vita, può aiutare le persone, ma non può aiutarsi oltre. Un giorno comprenderà che quel che mancava era il fluire, capirà che tutti quegli alti ideali che ha non sono Dio, sono solo stupide idee del suo ego per sentire che lui era dio, tutti quegli alti pensieri rigidi, la sua morale, la sua etica lo tenevano lontano dalla meta.
Un giorno, stanco di tutto ciò, si sedette in un campo guardando bimbi e bimbe giocare, era bello vedere la loro allegria... all'improvviso un bimbo sbottò: 'porco dio'... il bimbo si fermò e, spaventato, guardò il vecchio, sapeva di aver detto una cosa terribile, aveva ripetuto senza pensare quello che aveva sentito da altri, adesso temeva il vecchio, la sua reazione, quel che avrebbe detto. Il vecchio cominciò a ridere a lui, corse dal bimbo e lo sollevò al cielo ancora ridendo pieno di gioia: Come abbiamo potuto noi, pensare con la nostra alterigia, che possiamo non far ridere Dio? Tutti i bimbi e le bimbe ridevano felici con il vecchio, sentivano in qualche modo che il vecchio stava dicendo loro che la vita era facile come il gioco a cui stavano giocando.

Rock Water

Rock Water is a stiff old man, he knows he is near God, he tried everything to reach him, but in vain… he is sitting there in meditation waiting, trying everything to feel God in himself; he knows a lot about the meaning of life, he can help people, but he cannot help himself. One day he will understand that what was missing was the flowing, he will understand that all that high ideals that he had where not God, they where only stupid ideas of his ego to feel he was a god, all those stiff high thoughts, his morals, were bringing him far from the goal.
One day, tired of all this, he sat in a field looking at boys and girls playing, one boy broke out… “God damn”… the boy stopped and, frightened, he looked at the old man, he knew he said a terrible thing, he repeated without thinking what he heard from others, now he was frightened of the old man, of his reaction, of what he would have said. The old man started laughing at him, he ran to the boy and he lifted him to the sky still laughing full of joy: thanks little friend, now I understood, god damn… hahaha, do you hear everyone? God is laughing too with us, what can a god damn be for him? How could we, for thousand of years, think with our pride that we can make God not laugh? All the boys and girls where happy and laughing with the old man, they knew somehow that the old man was telling them that life was easy like the game they where playing.

L'acqua che scorre

Questa è una piccola meditazione per tutti, semplice. L'acqua rappresenta la vita, il suo scorrere il tempo, lasciarsi andare all'acqua che scorre vuol dire accettare che la vita scorre e vuol dire galleggiare in essa, liberi, senza intoppi, senza cercare cose che non ci sono, che non possono essere, lasciando andare si accettano cose belle che verranno naturalmente.
Sdraiati ad occhi chiusi ci si immagina un fiume più o meno turbolento, ci si lascia andare in questo fiume, l'acqua non bagna, la schiena è sotto; la corrente ora ci muove, noi rimaniamo a sentirla beati e ci facciamo portare via, se c'è paura la togliamo con dolcezza, non serve, distoglie solamente. Poco alla volta sentiamo che la corrente, prima forte è solo un'illusione e non ci disturba più.
Si, nei miti, nei film, l'eroe o l'eroina bambini che venivano gettati nel fiume, simbolicamente, sono esseri che fluiscono, per quello sono eroi e gli altri no.

The flowing water

A little meditation, good for everybody.
The water means the life, the flow is the time passing, to let oneself flow in the water is accepting that life flows and to be able to float in it, means we are free, without blocks, without looking for things that are not, that couldn't be; letting go we accept good things that will arrive in a natural way.
Laying down with closed eyes we feel a river more than less turbulent, we let ourself go in this river, the water doesn't wet, our back is under; now the current is moving and we with it, we remain listening it in a blessed state, and we let ourself brought away, if there is fear we take it off with softness, it never helps, it only dissuades. Slowly we understand that the flow, before strong, doesn't disturb us anymore.
Yes, in the myths, the hero or the heroin children, that where, symbolically, thrown in the water, are human flowing beings, for that they are heroes and the other no.

La mosca

Dio non gioca a dadi, ma gli umani vivono a mosca cieca.

15 July 2010

Agrimony - L'Agrimonio

Agrimony porta sempre una maschera carina, lui/lei pensa che il suo sorriso è reale, egli prova persino a sorridere a se stesso, cosa è meglio di un bel sorriso per essere felice?
Non vuole pensare, non sentirsi fuori posto, così ha bisogno di cose che non lo facciano pensare, potrebbe alzarsi immediatamente dal letto ed accendere la radio o mettere della musica.
Chiamerà i suoi amici e comincerà a pianificare per riempire il suo tempo libero.
Al lavoro è piacevole, allegro quasi sempre. È così bello uscire stanotte con i miei amici... un dolore improvviso... cosa succede? Presto, portatelo all'ospedale... un attacco cardiaco... sembrava in buona salute... non è nulla, non è nulla, passerà.
Esce dall'ospedale, era un infarto, arriva a casa, chi chiamo per primo? Chi per secondo?
Stanotte potrei invitare degli amici... non sente mai il profondo dolore che ha dentro, non entra mai in contatto con se stesso, col significato della vita, con Dio; tutti i suoi amici 'Interni, Spirituali' sono tristi, questi sanno che il colpo al cuore non ha significato per lui, continuerà la sua vita in maniera 'leggera' finché arriverà il secondo, forse l'ultima possibilità per comprendere.

Agrimony

Agrimony has a nice mask on all the time, he/she thinks that his smile is real, he tries even to smile to himself, what is better than a nice smile to be happy?
He doesn't want to think, to feel bad, so often he needs things that will not make him think, he can get up immediately from the bed and open the radio or put some music, he will phone to his friend and start planning the evening to fill is free time; at work he is nice, cheerful most of the times.
So nice tonight to go out with my friends... a sudden pain... what happens?
Quick, bring him to the hospital... an heart attack.. oh, he seemed in so good condition... it's nothing, it's nothing, will pass.
He gets out from the hospital, was an heart attack, he gets home, who to phone first?
Who second, tonight maybe i can invite some friends...
He never feels the deep pain that he has inside, he never gets in contact with himself, with the meaning of the life, with God, all his 'Internal, Spiritual' friends are sad, they know that the heart attack had no meaning for him, he will go on is life lightly until the next one comes, maybe the last chance to understand.

14 July 2010

Olive - Olivo

Olive cammina in un fresco, ventoso paesaggio assolato, egli realizza che tutto è fatto, null'altro più deve essere, la natura è li nella sua bellezza e lui è in pace.
Prima era stanco, la sua vita era piena di cose, un sacco di cose stancanti che doveva fare tutte, ma adesso... non c'era più nulla da fare! Dio stesso aveva già fatto tutto ed egli si sta domandando perché era così impegnato, facendo cosa?
Tutte quelle cose che pensava andavano fatte per salvarsi, per salvare il mondo... adesso è facile, il suo cuore desidera qualcosa e quella cosa si realizza, prima era la sua testa che desiderava centinaia di cose e doveva lavorare duramente per tutte, ma quando ne realizzava una non c'era soddisfazione e doveva farne subito un'altra.
Adesso siede sotto un'albero, ammirando il sole che incontrava la notte... si sta così bene adesso, nulla più da fare, solo apprezzare la vita.

Olive

Olive walks in a sunny fresh windy countryside, he realizes that all is done, nothing more has to be, nature is there in it's beauty and he is in peace.
Before he was tired, his life was full of things, lot of tiring things that he had to do all, but now... there was nothing more to do! God just did everything and he is wandering why he was so busy, doing what? all those things he though he had to do to save himself, to save the world... now was easy, his heart wished something and was realized, before was is head that wished thousand of things and he had to work hard for all, but when he realized one there was no satisfaction and he had to make immediately one other.
Now he sits under a tree, looking the sun encontering the night... was so good, nothing more to do, only enjoy his life now.

13 July 2010

Eternity

Sheila and Carlo are married, they are married from ever; they come from the deepness of time, they know each other from when the creation was, God was so pleased when they fell in love the first time, in that moment time and space stopped and God laughing had to make them spin again.
Sheila and Carlo love never ended, was for the eternity, and they travel from million of years in life and life to make the world shine... in this incarnation they met one day and like usual they recognized each other and they start breating again; they could rest in the arms of each other for some months, life was so beautiful.
They had to come back to their mission between humans and leaving each other, as usual was so painful, that this time they though they coudn't continue...
Now they are far from each other, they know that soon they will be again together, and will travel hand in hand to the farest star, but for now their heart has a soft deep pain and can say only one word for each other: Sheila... Carlo...

La maschera

Una maschera è una copertura, cambia il nostro volto reale, cambia le nostre linee, se vuoi piangere, la maschera ti fa sorridere. Una maschera è pesante, le persone usano parecchie maschere, ne hanno una per ogni situazione, possono cambiarle per ogni relazione, persona.

Che fare? Dio non vuole maschere, ti ha fatto così, libero, bimbi e bimbe sono liberi, gli adulti no, i saggi sono di nuovo liberi così un saggio è senza maschera, le persone possono essere atterrite dal vedere un uomo saggio, possono vedere la potenza di Dio in lui. Loro non vogliono vedere Dio, a loro piace quella maschera con quel piccolo stupido sorriso, così appropriata per non pensare, così utile per rimanere schiavi fra schiavi. Si, a volte cambiano, c'è anche la maschera con qualche lacrima, la maschera ridente, la maschera triste, la maschera - O, come ti capisco - e così via.

Carlo, energia, è un problema di energia, le persone usano tutta la loro energia per le maschere perché una maschera deve essere tenuta tutto il giorno, tutta la notte e a volte durante la notte ci sono all'interno battaglie, battaglie fra maschere, battaglie fra te stesso e le maschere ed al mattino non sai più chi sei... ti svegli con l'orribile sensazione di un nuovo giorno che arriva... ti guardi allo specchio... ma lo specchio reale è la prima persona che incontri, con stress, sforzo, quasi automaticamente, metti la maschera giusta; in famiglia puó essere una maschera dura, qualcosa come - qui sono l'unico che lavora -, ed anche sul lavoro dipende dalla scala sociale, una pieno di rispetto oppure una intelligente per un superiore, una dura per un nuovo assunto, una stupida faccia di ..... per la collega carina e quasi nuda.

Lascia che le tue emozioni vengano fuori, cosa pensi serva un volto se non per mostrare se stessi. Senti la corretta emozione ed abbi il coraggio di uscire con quella faccia.

The mask

A mask is a cover, changes our real face, changes our lines, if you want to cry, a mask makes you smile. A mask is heavy, people use several masks, they have one for every situation, they can change them with every different relation, person.
What to do? God doesn't want masks, he did you like that, free, boys and girls are free, adults no, wise man are again free so a wise man is with no mask and people can be terrified to see a wise man, they can see the power of God in him.
They don't want to see God, they like the mask with that little stupid smile, so good for not thinking, so good to remain slaves among slaves. Yes, sometimes they change, there is also the mask with some tears, the laughing mask, the sad mask, the 'oh, how i understand you' mask and so on.
Energy Carlo, it's a matter of energy, people use all their energy for masks cause a mask must be kept all the day long, all the night and sometimes in the night there are battles inside, battles between masks, battle between yourself and the masks and in the morning you don't know no more who you are... you wake with the orrible sensation of a new day coming... you look in the mirror... but the real mirror is the first person you meet, with stress, strenght, almost automatically you put on the right mask, in family can be an hard mask, something like - here I'm the only one that works -, also at work depends on the social scale, a smiling one or an intelligent one for a superior, a hard one to a new employer, a stupid ass one for the nice nearly naked collegue.
Let your real emotion come out, what do you think a face is for if not to show oneself.
Feel your right emotion and have the courage to go out with that face.

12 July 2010

La rabbia

Le persone sono piene di rabbia,
la rabbia esce e viene gettata contro altri,
un figlio, un genitore, un amato, una nazione, un gruppo,
una persona percepita differente da noi.
La rabbia può essere tenuta dentro, senza esplosioni,
o che avvengono solo a volte, quando veramente è troppo;
questa rabbia colpisce il corpo, l'anima, è energia pericolosa,
tutta la rabbia è energia, energia non compresa, pericolosa,
senza controllo, come bombe, bombe contro se stesso, bombe contro altri.

Cosa possiamo fare allora? E' semplice, non c'è un altro, mai,
è un trucco della mente, abbiamo creato l'altro.
Siamo in amore con quello, abbiamo quel genitore, abbiamo quel vicino,
siamo coinvolti nel nostro scherzo, non vediamo la luce,
diventiamo arrabbiati per una cosa che abbiamo creato;
fra due amanti all'inizio non c'è rabbia, c'è solo amore,
cominciamo a vedere l'altro con la proiezione dei nostri occhi,
cominciamo a mettere in lui/lei le nostre colpe, i nostri attacchi
e sempre quando è così c'è uno specchio e lo specchio riflette solamente!
E dallo specchio viene la rabbia che è solo un riflesso della nostra rabbia...

Dobbiamo uscire da noi stessi, osservare chiaramente ciò che stiamo facendo,
chiedere aiuto per aver consapevolezza:
sempre quando diciamo che è colpa dell'altro, sempre siamo accecati;
sempre quando diciamo che è colpa nostra, sempre siamo accecati.

Anger

People are full of anger, anger comes out and it's thrown against others,
a child, a parent, ones beloved, a nation, a group,
a person sensed different from us.
Anger can be kept inside, no explosion,
or only at times, when really is too much;
this anger hurts the body, the soul, is dangerous energy,
all anger is energy, energy not understood, dangerous,
without control, like bombs, bombs against ourself, bombs against others.

What can we do then? It's simple, there is no other, never,
it's a trick of our mind, we created the other, we got in love with that one,
we have that parent, we have that neighbor;
we get involved in our joke, in our trick, we don't see the light,
we get angry for a "what" we create;
between two lovers at the beginning there is no anger, there is only love,
we start to see the other with the projection of our eyes,
we start putting in him/her our guiltiness, our attacks
and always when it's so there is a mirror and the mirror only reflects!
And from the mirror comes the rage that is only a reflection of our rage...

We must get out ourself, look clearly on what we are doing,
ask help for wiseness: always when we say is one other fault,
always we are blind, always when we say it's our own fault,
always we are blind.

Holly – Agrifoglio

Holly è all'apparenza una persona calma. lo prova ad essere,
prova a sorridere agli altri, lo vuole, ma all'improvviso...
esplosioni di odio, perché hai fatto ciò a me? Perché?
Egli è anche geloso, ma prova a non esserlo, lo vuole.
ma solo un sussurro, un segno e... omd (O mio Dio), cosa starà facendo ora?
E un brivido di gelosia lo prende e non se ne va
finché lui non è di nuovo sicuro che lei è una donna fedele.

Un'auto gli suona il clacson e lui... dannazione!
Esplode la sua rabbia, scende, non riesce a fermarsi, questo era troppo,
a questo punto potrebbe colpire l'altro, non ha controllo,
ma ecco l'altro dire: 'Colpa mia' e immediatamente si calma,
ora sorride: 'O, si, forse era anche colpa mia, possiamo essere amici?'

Nella vita lui/lei prova a fluire, ma spesso il sole non si solleva,
spesso non vede il grande disegno nella situazione,
spesso pensa che le persone lo attaccano,
non realizza che è lui che attacca.

Holly è spaventato in sottofondo,
reagisce violentemente quando si sente attaccato,
deve aver fiducia in Dio e osservare che è sempre protetto da lui.

Gesù era Holly, lui era nello stato negativo con i mercanti del tempio,
col fico che non portava frutti,
era nello stato positivo quando era Cristo.

Holly

Holly is apparentely a calm person, he tries to be that,
he tries to smile to others, he wants to, but suddenly...
explosions of hate, why you did that to me? why?
He is also jealous, but he tries not to be, he wants,
but only a whisper, a sign and.. omg, what she is doing now?
And a shiver of jealousy takes him and doesn't go away
until he is not sure again she is a faithfull lady.

A car blows his horn to him... damn!
He explodes his rage, he get's down, he can't stop, that was too much,
at this point he can punch the other, he has no control,
but here the other says: 'my fault' and immediately he calms down,
he smiles: 'oh, yes, maybe was also my faul, I'm sorry, can we be friends?

He tries to flow in life, but often the sun doesn't rise,
often he doesn't see the big design in the situation,
often he thinks people attack him, he doesn't realize that he is attacking.
Holly is frightened underneath, he reacts violently when he feels attack,
he must rely on God and see that he is always protected by Him.

Jesus was Holly, he was in the negative state with the mercants at the temple, with the ficus with no fruits, he was in the positive state when he was Christ.

Enchantment

How it's possible?
I'm thinking of you,
all the time, any istant...
You are in me like million of drops of rain,
what enchantment was that?!

09 July 2010

Pain

Pain is what comes from illusion, illusions are projections of what we want, what we want comes from us feeling alone in this world, feeling alone started when our little boy decided to forget God.
God helps, shows the way, our boy tells us wich way is better for us, our boy listens God telling him why and he tells us why, we understand and feel that, we accept one other God gift, we smile when we receive these gifts, now that we know how it works we can relax, enjoy the parfume of life, we want to live breathing and dancing, where could be pain in all this? It's so simple!

Il dolore

Il dolore è ciò che arriva dalle illusioni,
le illusioni sono proiezioni di ciò che vogliamo,
ciò che vogliamo viene dal nostro sentirci soli in questo mondo,
il sentirci soli iniziò quando il nostro piccolo bimbo decise di dimenticare Dio.

Dio ci aiuta, ci mostra la via,
il nostro bimbo ci dice quale strada è la migliore per noi,
il nostro bimbo ascolta Dio che gli spiega perché,
noi capiamo e lo percepiamo,
e accettiamo un altro dono di Dio,
sorridiamo quando riceviamo questi doni,
adesso che sappiamo come funziona possiamo rilassarci,
aver gioia del profumo della vita,
vogliamo vivere respirando e danzando,
dove può starci il dolore in tutto questo?
E' così semplice!

Pine - Il Pino

Il Pino è un uomo grigio che tutto solo
cammina lungo una ventilata fredda strada,
foglie mosse dappertutto dal vento,
solleva il bavero della giacca di più
per nascondere se stesso
più che per proteggersi dal gelo.

Questo non viene dall'esterno, ma da se stesso,
non sa cosa vuol dire Dio,
lui è un dio del mondo che pensa di aver creato
e che può cambiare con le proprie decisioni, col potere delle sue azioni.
Può persino uccidere per sentire come lui può
cambiare il destino di altre vite umane, tanto è importante.

Il suo bimbo interno è in una bara, non morto, non può morire,
era troppo debole per essere mostrato al mondo,
questo mondo così terribile con un dio
che vuole punire un altro piccolo dio triste.

Pine

Pine is a grey man walking all alone along a windy cold road,
the leaves are blowing everywhere,
he pulls up is jacked more for hiding himself
than to protect himself from the freezness.
This doesn't come from outside, but from himself,
he doesn't know what means God,
he is a god of the world he thinks he changed
and can change with his decision,
with the power of his actions.
He can even kill to feel how he can change other human lifes, how he is important.
His internal boy is in a coffin, not death, can't die,
but was too weak to be shown to the world,
this world so terrible with a god that wants to punish one other little sad god.

Ash

08 July 2010

Il saggio

Il saggio è un piccolo bimbo, guarda gli altri bimbi giocare,
ride ai loro giochi, è contento per loro.
Una persona saggia è un adulto selvaggio,
osserva i giochi degli adulti nella vita,
osserva le loro guerre ed una lacrima spesso esce per loro.

Essere saggi è bello, la nostra vita è piena
dobbiamo solo respirare tutto attorno a noi e siamo felici,
un uccello canta, un albero fa nascere germogli, un fiore si apre…
Un saggio assaggerà soltanto, non mangerà tutto,
la sua pancia non sarà mai piena,
ad un saggio basterà solo il profumo delle cose per capire ed apprezzare.

Una saggio conosce quello che Dio desidera,
un adulto pensa di essere dio,
un bimbo sorride a Dio.

Wisdom

A sage is a little boy, he looks other boys playing,
he laughs at their game, he is happy for them.
A wise man is a wild adult,
he look adult games in life,
he looks their war and a tear often comes out for them.
To be a sage is nice, our life is full,
we have only to breath everything around and we are happy,
a bird sings, a tree takes out leaves, a flower opens...
A sage will only taste, he will never eat all,
he's belly will never be full.,
a sage needs only the perfume of things to understand and appreciate.

A wise man knows what God wants,
an adult thinks he is God,
a boy smiles at God.

Beech – Il Faggio

Il Faggio è un albero solitario,
può stare solo con altri Faggi, ma che non siano troppo vicini,
lui vede ogni cosa che non va, ogni più piccolo errore,
lui è molto bravo nelle correzioni, un buon insegnante,
quando gli errori ammontano al numero che ritiene sufficiente,
allora l’allievo può andare,
si, perché no, andrà a casa piangendo, tornerà l’anno prossimo,
cos’è un anno in più da fare
se in quell’anno lo studente può liberarsi di tali enormi sbagli?

Lui non vede il sole, l’amore nella vita, non vede il grande disegno,
non vede l’amore di Dio per i suoi studenti e per lui.
Va per la sua strada, lui è Dio, egli ha il potere nel piccolo mondo che si è creato.

Beech

Beech is a lonely tree, can stay only with other Beech,
but not so near, he sees every thing that doesn't go,
every single mistake, he is very good in corrections,
a nice teacher, when the mistakes arrive to what he thinks are enough, then the pupil can go...
yes, why not, he will go home crying,
he will come again next year,
what is an year more to do if in that year the student can get rid of so huge mistakes?

He doesn't see the sun, the love in life, he doesn't see the big design,
he doesn't see the love of God for his students and for him.
He goes on his way, he is God, he has the power in the little world he created.

07 July 2010

Perché?

Le tue labbra sulle mie, così dolci...
Posso solo percepirle,
non le avró mai.

Il tuo cuore mischiato al mio...
così tenero e lucente,
Posso sentirlo,
non accadrà mai.

La tua ... col mio ...
così calda e profonda,
Posso appena immaginare una sensazione si forte.
tu mi daresti (teneramente) un calcio nelle palle

Il tuo soffice corpo nelle mie forti braccia,
un'emozione così calda,
posso realmente sentirla,
è solo un sogno.

Grazie mio amore,
posso ancora capire com'è bella la vita
con te che vivi su questo pianeta.

Perché sei ancora qui?
gli Angeli sono tutti andati...
Perché?
Sei tu l'unica di loro
con una lacrima nei tuoi occhi
aspettando che noi capiamo?

Per Ash

06 July 2010

Why?

Your lips on mine, so sweet...
I can only sense,
will never have.

Your heart mixed with mine...
so tender and bright,
I can feel it,
will never happen.

Your pussy with my dick...
so hot and deep,
I can hardly image a so strong feeling,
you will (sweetly) kick my ass.

Your soft body in my strong arms,
such a warm sensation,
I can really feel it,
it's only a dream.

Thanks my love,
I can still image how beauty is life
with you living on this heart.

Why are you still here?
Angels are all gone...
Why? Are you the only one of them
with a tear in your eyes
waiting for us we understand?

For Ash

Oak - La Quercia

La quercia è un albero grande, lavora duramente,
vuole mostrare com'é buono con gli altri,
aiuta molto in ogni cosa,
aiuta le persone che lui pensa di amare,
ma spesso ama persone per aiutarle
e vuole che queste persone non soffrano.

Finisce così facendo cose che non dovrebbe fare,
lavori che non sono suoi e lavora troppo per gli altri
senza lavorare per se stesso.

Solo il lavoro per se stessi è un lavoro veramente benefico,
sempre Carlo.
Lavorare per se stessi è lavorare per gli altri e può realmente aiutarli.

Ash

Oak

Oak is a big tree,
he works hardly, too hardly,
he wants to show how good he is with the others,
he help a lot in everything, he helps people he think he loves,
but often he loves people to help them
and he want these people don't suffer,
so he ends doing things he must not do,
works that are not his owns and he works too much for the others without working for himself.

Only the work for oneself is a real beneficial work, always Carlo.
Working for oneself is working for the other and one truly helps them.

Ash

The opinion

Your opinion is not better than the opinion of one other my dear, all are opinions, all are fake.
Don't search for your opinion, search always for the truth of God and see the big design.

There can be a discussion, discussions are opinions, one against the other and are a way to demonstrate that one son of God is better than the other.

An example, when you say that you can cross with the red semaphore, that is an opinion, when one says is better to cross with the green light, that is an opinion and one is trying to say that he is better than you, but this can't be.

There are no opinions, there is only the flow of God, there is only the crossing of the road, how you do it is your choice with the best feeling of the flow.

L'opinione

La tua opinione non è migliore dell'opinione di un'altro mio caro, sono tutte opinioni, sono tutte falsificazioni

Non cercare la tua opinione, ricerca sempre la verità di Dio e osserva il grande disegno.
Ci possono essere discussioni, le discussioni sono opinioni una contro l'altra e sono un mezzo per dimostrare che un figlio/a di Dio è meglio dell'altro.

Un esempio, quando dici che puoi attraversare col semaforo rosso, quella è un'opinione, quando un'altro dice che è meglio farlo con la luce verde, quella è un'opinione ed uno sta cercando di dire che lui è meglio di te, ma questo non puó essere.

Non ci sono opinioni, c'è solo il flusso di Dio, c'è solo l'attraversamento della strada, come tu lo fai è una tua scelta con la miglior sensazione del flusso.

26 June 2010

Cicli

Giocavano... si amavano...
il tempo e lo spazio per loro non esistevano
Quante volte fecero l'amore!
Monti e mari li accoglievano,
persino gli angeli eran gai al loro amore.

Poi Lisa ebbe un dubbio...

l'amore svanì d'incanto,
tutto perdettero in un attimo...
La speranza svanì dalla terra,
mari e monti rimasero vuoti.
Gli angeli si guardarono addolorati,
una lacrima rimase nella polvere...

per Lisa
18 Giugno 2009


Vorrei dirti parole d'amore,
ma non posso...
il gelo fra noi hai interrotto
brutale
come sempre
un bruciore in tutto il cuore
il precario equilibrio
distrutto
con due tue frasi...
respiro...
mi arrendo
nessun'altra
nessuna
potrà mai prendere il posto
che a te appartiene per sempre,
ma che lasci vuoto
e questa volta
per l'eternità.
addio

per Lisa
30 Giugno 2010

Fiordi

Canto per te, mia bellissima stella
un canto d'amore triste.
Tu sei venuta una notte nei miei sogni
e lentamente, attimo dopo attimo, l'incanto non è mai svanito.
Sei troppo bella per me,
sei troppo giovane per me,
ma lascia che io possa sospirare ancora un istante accanto alla tua anima

------------------------

Sei un sogno per me od un segno?
un sogno di un amore nato, ma mai vissuto ed ancora intatto
un segno del destino di un'anima troppo pura, leggiadra nel suo splendore.
ti conobbi come Ash, cenere bionda di stella
ti conosco come Elisabeth, capelli scuri di una notte d'estate
eppur non ti conosco ancora, ma una lacrima sempre mi riempie il cuore quando mi scrivi una parola...

dedicate ad Ash