Featured Post

Mente, diaframma, corpo

Negli ultimi anni lo studio ultra trentennale del Tai Chi e del Qi Gong della International Tai Chi Chuan Association, scuola fondata dalla ...

22 December 2018

Heidi, così piccola e fragile


Pochi ricordano Heidi ed il miracolo che avvenne alla sua amica di città che era paralizzata in carrozzina.

Con la fiducia in Heidi, la naturalezza della vita in campagna la sua amica cominciò a camminare, miracolo della fiducia ed esempio di guarigione.

Il Burioni di turno, la signora Rottermeier, nulla ha potuto con il suo moralismo bieco e la rigida folle paura contro il cuore di Heidi.

Un esempio che milioni di bimbi hanno visto, ma di cui nella vita adulta hanno perso ogni traccia.

14 December 2018

Il trapper e lo Spirito

La recente tragedia dei morti alla discoteca sull'adriatico hanno portato alla luce i testi del "trapper" che vi doveva suonare e la loro pochezza culturale. Ho visto molte donne indignate scrivere su Facebook. Ho letto di altri che si lamentano che nella società dei cosmetici e dei falsi miti sui corpi la scoperta della vecchiaia è folgorante e tragica. Facebookè un buona vetrina dell'insoddisfazione di tanti.

Viene da rispondere malamente a tutti quelli che si lamentano degli scarsi valori della società attuale che qualcuno ha pur votato per vent'anni Berlusconi e successivamente Renzi. Cercate valori persi? La società del "grande fratello" e dei "Drive in" televisivi, delle feste di Arcore, delle Leopolde dove poteva portare? Purtuttavia l'italica gente se andasse a votare eleggerebbe in massa un personaggio parecchio equivoco come Salvini che recententemente ha fatto fare bella figura persino al giornale dei vescovi accusato da Salvini di essere di "ultra-sinistra" per la sua disumanita razziale.

Sarebbe bene usare di più l'intelligenza nella vita, seguire i falsi modelli sociali senza riuscire ad avere una propria profondità di sentire e di pensiero è un problema del tutto personale. Non possiamo vivere con addosso la paura  che ci fa difendere il nostro diritto ad avere l'ultimo modello di Suv o l'ultimo capo alla moda. Questa è una vita irreale ed il crollo può essere drammatico.

La vita esige "spiritualità", "profondità", "amore".
State sviluppando queste doti? Domandatevelo e per spiritualità non intendo quella cosa ecclesiastica di un tempo che era solo un'altra forma di falsità sociale, gli stessi che vanno in chiesa hanno sempre votato senza problemi dittatorelli razzisti.

La spiritualità non può essere razzista. Il Tao ci mostra che ognuno è un essere umano, ognuno è in sè Yin e Yang. Non esistono uomini o donne, non esistono bianchi o scuri, non esistono quelli del nord e quelli del sud, né giovani né vecchi. Se esistono per voi allora vi manca spiritualità e avete scelto di non capire la vita e di soffrire. La paura è la mancanza di comprensione. Spiritualità è non aver paura.

11 December 2018

Ego e Arti Marziali

Nella vita del praticante di Arti Marziali esiste l'ego. Questo è un meccanismo perverso in cui si ottiene "potere" dall'approvazione degli altri. Osservare un politico serve molto a comprendere il meccanismo dell'ego. Il politico "si gonfia" in funzione del potere e il potere si acquisisce con i favori all'elettore. È un meccanismo perverso.

L'allievo cerca l'approvazione dell'insegnante e questo lo porta su una strada errata nella pratica. Parecchie persone abbandonano i corsi sin dalle prime lezioni perché non "si sentono all'altezza". Il loro ego ha subito fatto dei confronti con altri partecipanti e ha scelto la fuga invece del confronto. La soluzione sana sarebbe stato restare senza alcun confronto.

Il lavoro sul proprio ego è la marzialità dell'arte. Non esiste nessuna marzialità nel combattimento perché l'arte marziale è una pratica personale, un lavoro profondo su se stessi: è la lotta contro il proprio ego e il praticante diventa "Maestro" quando ha compiuto questa lotta ed e totalmente libero dall'ego.

Ogni fatica, ogni dolore, ogni sofferenza è prodotto dal proprio ego che vorrebbe innalzarci in qualcosa che non siamo senza lasciarci vivere la naturalezza della vita. Nel Tai Chi dobbiamo respirare, come possiamo farlo se non siamo noi stessi?

Marzialità: consapevolezza sui nostri meccanismi interni e fluidità dell'essere vivi.

07 December 2018

La prima alla scala, addobbi natalizi.

Guardo le foto dei partecipanti alla prima della Scala con i loro vestiti firmati Armani e Dolce e Gabbana e resto...
Sarà a causa dei miei anni giovanili post sessantottini?! Sarà che per me ad una certa età, ma anche prima, bisogna occuparsi anche dello spirito?!
Sarà quel che sarà, ma dover fare i buffoni così... Non mi ci ritrovo.

Chiedo al mio spirito guida:

Carlo, ognuno è diverso ed il mondo è variopinto, luci colori, ombre, c'è chi la luce la cerca dentro e chi la luce la cerca fuori, interno - esterno. Rallegrati piuttosto di essere nel primo gruppo :)

30 November 2018

Babbo Natale o Gesù Bambino?

Una domanda spinosa: Paganesimo o Cristianesimo? È vero che in molti paesi si è cercato di "cristianizzare" Babbo Natale facendolo diventare Santa Claus, San Nicola, ma i moralizzatori ne farebbero volentieri a meno.

Come si regola un taoista? Quando c'è un "o questo o quello" il Tao è inequivocabile, lì si sta creando separazione: Yin o Yang. La risposta del Tao è sempre e/e. Vanno quindi bene sia Babbo Natale che Gesù Bambino.

Un Babbo Natale con la spada, dal film: Le cinque leggende)


Avranno però un senso? Il Tao vuole anche consapevolezza sulle cose che ci attorniano: perché abbiamo questi due simboli apparentemente così contraddittori? Un vecchio pagano con la pancia e il figlio di Dio?

Sempre dallo stesso film, Babbo Natale con gli altri quattro protagonisti.
I cinque elementi, i cinque Yi Gong.


La vita è fatta di cicli e il tondo simbolo del Tai Chi descrive come funziona un ciclo: i cicli iniziano e finiscono, anzi la fine e l'inizio sono contigui. L'anno solare è un ciclo e il vecchio Babbo Natale che porta i doni simboleggia la fine dell'anno produttivo. L'anno ha prodotto alimenti per tutti i popoli e i doni sotto l'albero sono l'emblema di questa produzione. Si tende a spendere parecchio per il Natale come simbolo inconscio di un anno molto produttivo e quindi benefico.



Gesù Bambino è il nuovo ciclo che sta arrivando. Perché proprio Gesù bambino? Per ricordarci che la vita non è solo materialità, ma che anche lo Spirito necessità della sua parte.

25 November 2018

Il seme

Abbiamo dei semi da donare alle persone. Quando uno arriva da noi, scuola Internazionale, non riesce a comprendere il valore del Tai Chi e del Qi Gong perché può vedere solo il piccolo seme, non "vede" la pianta rigogliosa con i suoi rami che danno ombra e rifugio e i suoi frutti che danno da mangiare agli affamati. Vede un seme e non sa, non comprende che da quel seme la sua vita può cambiare, i suoi dolori possono cessare: può trovare una strada che lo tiene e porta verso una meta invece di procedere nella vita a tentoni senza consapevolezza di se stesso. Il seme ha bisogno di un terreno per poter crescere, non potrà crescere nel deserto: l'allievo è quel terreno ed ogni allievo è un terreno diverso, se l'allievo è un deserto, io insegnante potrò innaffiarlo ogni giorno, ma il seme resterà seme. È inutile sprecare acqua nel deserto, darò l'acqua preziosa al terreno più fertile, cercando di fare crescere quanti più alberi posso fare crescere, ma sempre tenendo conto del terreno che ho a disposizione. Certo, ci sono insegnanti che fanno miracoli e riescono a fare crescere una pianta anche nel deserto, ma l'insegnante deve principalmente occuparsi del terreno che desidera far crescere il seme e forse, non vale la pena dedicarsi ad una sola pianta, ma a molte.

Quando l'allievo arriva e accetta il seme, qui inizia il lavoro di entrambi, il contadino dovrà annaffiare il seme, curarsi di esso ed il terreno dovrà far crescere il seme, è sicuramente un lavoro a due, ma il contadino non può che dare acqua al seme, curarsi di lui, ma la responsabilità della crescita è del seme che deve voler diventare pianta ed accettare la trasformazione, da potenziale allievo a albero maestoso e rigoglioso. Il tempo necessario non conta, ogni seme ha il suo tempo: non posso pretendere che una quercia cresca veloce come fa l'erba. Ognuno è importante, l'erba è fondamentale come è fondamentale la quercia, vanno coltivati entrambi.

È però il contadino che sceglie il seme e la nostra scuola ha semi rari, semi importanti da dare, i nostri insegnanti ci hanno messo anni e anni ad imparare a conoscere questi semi e questo è un bene per l'umanità perché l'albero che ne può nascere è profondo e vasto.

È triste quindi vedere qualche insegnante piantare semi "facili", che danno frutto subito perché il suo ego deve essere gratificato "immediatamente" e non è capace di attendere ed avere una relazione di crescita più lunga e profonda col proprio seme-allievo. Questi insegnanti dovrebbero cambiare scuola perché stanno truffando l'allievo che viene da noi per quei semi rari di cui ha sentito parlare e desidera conoscere e poi si ritrova in mezzo a sterpi ed erbacce...

14 November 2018

Statistica inquietante

Una recente statistica Istat:

"Aumentano i morti: raggiunti i picchi del 1929 – Nel 2017, secondo il bilancio demografico dell’Istat, in Italia sono morte 649mila persone, 34mila in più rispetto al 2016. Stessa situazione del biennio precedente, quando rispetto al 2014 i morti del 2015 erano stati 50mila in più. Picchi di mortalità altissimi, raggiunti nell’ultimo secolo solo nel periodo della Seconda guerra mondiale e nel 1929, secondo lo studio."

È, secondo me, un fatto significativo della medicalizzazione delle persone. Ad ogni disturbo un farmaco. Le case sono piene zeppe di farmaci, ma l'età media della vita diminuisce. È un chiaro fallimento della idea di salute degli ultimi anni, cioè trovare sempre più rimedi farmacologici adatti e moderni. Nulla invece verso il perché ci si ammala, nulla verso il lato emotivo-psichico che è la prima causa della malattia.

10 November 2018

Yacht e Alberi

Da giorni mi domandavo come era possibile che migliaia di alberi fossero caduti a causa del vento fortissimo. Un evento naturale che però contrasta con l'altro evento di quei giorni: l'affondamento di più di 200 yacht col rovesciamento in mare di tanto carburante.
Errore della stupidità umana, sempre a caccia di cose effimere e dannose... I video della plastica riversata in mare sono inguardabili...

Un mio amico mi ha appena detto che 50 anni fa, dove c'erano gli alberi, erano tutti pascoli, ma poi l'abbandono della montagna ha portato alla crescita selvaggia di "troppi" alberi.
Ecco, adesso è più chiaro, mare e monti, yacht e alberi, l'errore è sempre umano, errori con conseguenze pesanti, errori che non vengono mai corretti.

03 November 2018

Il Pozzo

Dante non è solo alle porte del suo viaggio, come per lui e per i tanti che sono discesi nell'Ade di sé stessi, c'è sempre una guida, così anche per noi c'è.
Un'allieva durante una meditazione chiede: "Cosa vuol dire chiedere aiuto? Io sono sola."

Per risponderle abbiamo usato l'antico testo sacro cinese, l'I Ching che così risponde:

Il Pozzo (Esagramma 48 - linea 2)

Nel pozzo ci sono pesci, l'acqua è pura, ma la brocca con cui prenderli è rotta.

Nella profondità del pozzo, in Meditazione, dentro di noi, "novelle Persefone", troviamo pesci, cibo per il nostro animo, il pesce di Cristo, i pesci Yin Yang della forma... Non possiamo raccoglierne perché la brocca è scissa in due parti: noi e la nostra guida non comunichiamo. Abbiamo dimenticato di avere due emisferi cerebrali e quello razionale, conscio, crede di essere l'intero e con una parte sola della brocca non c'è possibilità di riempirci in profondità.
Sulla destra tutti i software hanno un "help" per chiedere aiuto, proviamo a cliccarci su quando ne sentiamo il bisogno. Questo collega le due parti della brocca e allora siamo veramente completi e l'acqua pura e i pesci vengono a noi.

01 November 2018

Persefone

Eccoci a Novembre; scrivo ed è Halloween, festa molto controversa, ma che segna un momento importante: entriamo infine nella parte Yin del ciclo annuale.
Halloween, Ognissanti è una porta ed è una porta temuta: Persefone oggi torna da Ade dopo essere stata con la madre Demetra a raccogliere le messi estive.



E noi taichichuanisti?

Yin e Yang: dal simbolo del Tai Chi sappiamo che in ogni momento Yin e Yang si bilanciano, ogni istante porta una "visione" diversa, il temere l'inverno alle porte blocca, il comprenderne i suoi aspetti di profondità apre e libera. Ogni eroe deve affrontare la temuta porta degli inferi e ci entra per sondare il "non conosciuto" e vi trova tesori. La distruzione di 200 Yacht a Rapallo di questi giorni è il segnale di questa porta, non è più tempo di avventure "esterne" alla ricerca dell'isola non trovata (Guccini).

Ora gli Yacht non servono perché l'avventura che inizia ad Halloween è un viaggio meraviglioso dentro di noi.

26 October 2018

Mente di principiante

Chi ha forte interesse nella pratica del Tai Chi prima o poi si trova di fronte a un problema: la sua voglia di imparare cose sempre nuove, sempre interessanti, lo blocca. La vita è a cicli: c'è il ciclo dell'anno solare, il ciclo giornaliero, il ciclo respiratorio. La mente razionale invece vede la vita come una linea retta e fa confusione. Molti addirittura spiegano che i cicli riguardano solo le donne perché queste sono più legate al ciclo lunare a causa del ciclo mestruale: nulla di più errato. I cicli sono "cicli produttivi" e sono base fondamentale dell'esistenza umana: l'anno produce cibo per il sostentamento di tutti, il respiro produce ossigeno ed energia per farci vivere, il ciclo mestruale porta a nuove nascite per continuare la specie.

L'allievo deve comprendere che anche l'apprendimento è un ciclo, non una linea retta. Chi vede la linea retta non impara mai, chi vede e fa suo il ciclo, ogni volta progredisce e ottiene il "frutto" del ciclo. Questo significa che ogni "didattica" che il Tai Chi offre va "rivissuta" e rimparata ciclicamente. Mai dire: "Ah, ma questo il maestro l'ha già fatto!"; certo che il maestro l'ha già fatto, ma lo rifà per impararlo lui stesso. Che l'allievo lo segua o no, non è sua responsabilità.

23 October 2018

Accendere un fuoco

Accendere un fuoco.

Per fare un fuoco ci vogliono carta, paglia, rametti, bastoncini, tronchi, sempre più grossi.
Così è quando si crea qualcosa, ad esempio una associazione nazionale di Tai Chi. All'inizio i tronchi non servono, anzi sono dannosi, meglio tenerli lontani dal fuoco altrimenti lo soffocano. Serve paglia, gente paglia che dà un immediato bagliore e ravviva e dia la possibilità ai rametti secchi di ardere.

Solo quando abbiamo una solida brace, allora, i grossi tronchi vengono posati e sono l'anima del fuoco duraturo. Spesso sono quegli allievi che fanno molta fatica a imparare e anche come insegnanti all'inizio non ingranano, ma una volta che il fuoco attecchisce in loro, restano gli assi portanti con cui vive a lungo e gli insegnanti paglia, carta, rametti non servono più e vanno naturalmente per la loro strada. Naturalmente li ringraziamo per l'importantissimo lavoro svolto.

18 October 2018

Trentacinque anni dopo


Ero giovane allora, mi avviai al Pime a Milano. I missionari a quel tempo organizzavano un corso di Tai Chi! Anzi, alla mia prima lezione vi era anche un missionario. Facemmo un paio di anni assieme, lui era costante ed attento alle lezioni di Ermanno Cozzi, proprio come me. Guardavo il maestro fare questi movimenti lenti, fluidi ed ogni volta mi stupivo della loro bellezza. Il Tai Chi era l'espressione più alta del mistero che ai tempi aleggiava fra noi giovani sulla cultura Orientale. Si, anche lo Yoga aveva il suo fascino, le sue posizioni immobili contrastavano con la nostra cultura sempre in movimento, erano affascinanti, quasi surreali. Il Tai Chi però era magico: chi aveva inventato questa cosa di muoversi lenti, di fluttuale leggeri nell'aria, di respirare piano, in armonia col cosmo? Sicuramente un genio, l'Einstein orientale. 

Comparare Einstein e Chan San Feng è utile e bello, due saggi a confronto in due culture dissimili, uno con la sua formula e=mc al quadrato ci dice che il mondo è energia e l'altro inventando il Tai Chi ci insegna ad essere energia.

Era il 18 Ottobre 1983, la mia prima lezione di Tai Chi.

04 October 2018

Le pietre sul passato


Nella Valle del Tao* si possono trovare delle pietre, esse sono le "pietre messe sul passato". Possono essercene molte, sono situazioni non risolte, rabbie e -non perdono-. Prendiamone una in mano, abbracciamola e sentiamo col cuore chi c'è dietro, dentro questa pietra. Chiediamo alla consapevolezza di spiegarci il significato che non abbiamo compreso di quella situazione. Perdoniamola e perdoniamoci finché la pietra non si dissolve.

Una donna chiede: "Maestro mi può dare una mano: ci sono delle situazioni della mia vita passata che io non riesco a perdonare, ci ho provato ma non ci riesco. Come si fa? Che lavoro bisogna fare su se stessi?"

Pioggia Opportuna: "senza perdono si sta male e questo l'hai capito. Perdonare non vuol però dire pensare di aver ragione e dall'alto di questa ragione dimostrare clemenza. Perdonare vuol dire capire che, in fondo, l'altro non ha fatto nulla, che la vita ha portato a quella situazione ed è meglio ora scioglierla. Se tu perdoni convinta d'aver ragione non perdoni e nulla cambia. Il perdono è quindi la richiesta di uno "scioglimento" di quello che è accaduto. Fai questa richiesta allo spirito, a quella entità in cui tu credi. E poi ascolta nella tua mente cosa fare per sciogliere il passato."

Un uomo chiede:
"Considerando che il passato non puoi cambiarlo, mentre il futuro si.... direi di metterci una pietŕa sopra ed amen"

Pioggia Opportuna:
"Il passato grava nella mente delle persone, se ci metti una pietra sopra resta comunque nell'inconscio creando nel futuro gravi danni. Quante persone malate o depresse o che soffrono d'ansia solo per non aver sciolto il passato!"

L'uomo ribatte:
"Ed è sbagliato (secondo me). Il passato è qualcosa che in nessun modo potrai cambiare. Ti segna. Ti porta dolore, rimane lì ed ogni tanto, a volte, spesso riemerge. L'importante è saperlo gestire. Fare tesoro ed esperienza del passato, ma mai permettergli di modificare in peggio il futuro"

Pioggia Opportuna:
"Il passato si può sciogliere, ogni errore alla luce della consapevolezza si disfa e ci lascia liberi. Il detto "mettere una pietra sopra il passato" già in sé dice tutto perché, quella pietra resta, grava, anche se magari inconsciamente sul nostro presente."

*La Valle del Tao e la rappresentazione di sé stessi in forma di ambiente con animali, alberi e ogni cosa che si mostra in essa.

06 August 2018

L'effetto gregge

La paura muove l'animo umano ed i recinti sono molto ricercati dai paurosi. Ad esempio si ricerca l'effetto gregge nelle vaccinazioni: rinsaldiamo il recinto che le povere pecore sian protette dal lupo cattivo.

La incapacità di comprendere che il Lupo è uno degli aspetti della vita crea al saggio situazioni persino esilaranti: la corsa all’immunizzazione di massa, dove il saggio osserva il Lupo negato dentro al recinto che si pasce di tutte le pecore di cui ha voglia (tumori etc).

La storia dei tre porcellini è un esempio mirabile di realtà al contrario: i porcellini invece di comprendere che il Lupo è un loro aspetto, un aspetto anina-le si costruiscono case e vi si rintanano dentro. Il recinto della loro paura li tiene chiusi e i verdi pascoli son loro preclusi.

Portatori di morte, uscite dalla vostra paura e capite la vita.

31 July 2018

L'amore è perdere se stessi?

L'amore fra due persone è una crescita. L'ego scompare ed è per questo che si ha la sensazione di "perdere se stessi", ma ben venga! Finalmente liberi dal nostro ego che ci controlla e non ci fa vivere, respiriamo felici e lo dobbiamo all'amore per l'altro. Tutto fluisce, tutto è perfetto.

Col passar del tempo l'ego torna all'assalto e comincia a mettere i bastoni fra le ruote all'amore perché vede in pericolo la sua stessa sopravvivenza ed ecco i primi screzi, i blocchi, i litigi. Tutto solo per salvare qualcosa che non ci fa vivere. I cuori continuano ad amarsi, ma la relazione diventa sempre più difficile, e quando ormai uno dei due è "tornato se stesso", ecco la rottura, la separazione. L'incanto è svanito e restano ferite e sanguinamenti.

Solo pochi, lavorando duramente sul proprio carattere, riescono a percepire che l'amore anche dopo anni ed anni è ancora lì ed allora con sforzo da leoni, per amore cambiano se stessi, e adesso la coppia, riunita, beve per l'eternità il dolce nettare dell'amor l'un per l'altra.

27 July 2018

Sull'attenzione

Molti valorizzano l'attenzione come qualcosa di positivo e necessario alla realizzazione umana: il qui ed ora ha bisogno della vostra completa attenzione.

Nulla di vero, attenzione e distrazione sono due facce della stessa medaglia, Yin e Yang. Le persone ossessive sono molto attente, a loro non sfugge nulla, gli occhi sempre pronti a cogliere ogni piccolo movimento “sospetto”.

E allora? Il qui ed ora si realizza con la consapevolezza. Come funziona? Quale è la differenza fra attenzione e consapevolezza?

Un esempio concreto: Una conferenza noiosa, la persona attenta cercherà di seguire tutto il filo del discorso e maggiore sarà la sua ossessività, maggiori dettagli cercherà di cogliere. Al termine sarà stanco e pieno di nozioni perlopiù inutili. La persona consapevole potrebbe persino addormentarsi e risvegliarsi al momento topico in cui il relatore ha qualcosa di interessante da dire. Come funziona? L'attenzione è collegata alla coscienza, la persona attenta è coscienziosa. La consapevolezza è collegata all’inconscio o meglio al preconscio, quella parte che sta fra il conscio e l'incoscio e che sa, grazie a questa connessione, esattamente cosa è utile a noi.

Un altro esempio è guidare. Si pensa che per farlo sia necessaria molta attenzione, ma non è così, un guidatore esperto guida bene lasciando libera la sua attenzione. Ci sarebbero milioni di incidenti ogni giorno se usassimo solamente l'attenzione. Un principiante invece deve fare molta attenzione perché ci sono troppi fattori da tener presente e quindi deve essere molto prudente.Infatti ad un principiante vengono imposti limiti severi nella guida e assicurazioni più care. Gli incidenti? Quelli che si scattano un selfie o rispondono ad un messaggio? Qui la causa non è la distrazione, ma avviene uno split fra conscio e preconscio prima dell'incidente. Un incidente non succede mai a caso, non avviene per una distrazione.
PS
Qualcuno si imbizzarisce perché ritiene che dia troppa importanza alle parole. Cerco di spiegare allora ancora meglio.
Attenzione richiama subito il suo opposto distrazione. Se diamo una positività all'attenzione, automaticamente nella nostra psiche il germe negativo comincia a lavorare. Perché? Perché siamo fatti così, la legge dello Yin e dello Yang. Consapevolezza non ha un contrario. Il contrario sarebbe non consapevolezza, ma questa non esiste, ci sono “gradi” di consapevolezza, non ci sono gradi di attenzione!
Le critiche poi se vengono da chi fa Tai Chi sono strane, pignoleria? No! Provate nel Tai Chi a girare una mano di 90 gradi in una posizione, la posizione non tiene. In acqua invece di galleggiare, affogheremmo.

19 July 2018

Degenerazione

Un mondo degenere?

Ormai nessuno cerca cure alternative. Sono passate di moda, risponde una su fb. Fiori di Bach? Acqua fresca la risposta comune. Cosa è successo? Cosa è avvenuto che ormai tutti si affidano solo al magico farmaco del momento? Drammatico, le persone hanno perso ogni lume, ogni speranza. Tumori ormai fuori controllo. Provo a dire che forse il tuo sistema di pensiero è errato se stai così male… No! Penso giusto, la malattia è capitata…

In un momento del genere il saggio si ritira e da la sua saggezza ai pochi che restano lucidi e comprendono.

28 June 2018

La salute alternativa

L'attacco forsennato di politici e ordini alla sanità dell'essere umano che ha avuto la sua punta oscura nella legge sui vaccini ha portato un duro colpo alle potenzialità di guarigione che abbiamo. Tutte le “terapie alternative” in questo momento sono in discredito, le persone bombardate dall'efficacia dei vaccini e dalla inefficacia di sistemi alternativi non provano più a curarsi con questi a discapito della loro salute perché la sanità della mente è stata colpita: posso guarire solo con medicine riconosciute dalla scienza.

Anche chi pratica Tai Chi è colpito da questo stato dell'essere, ad esempio, una cura alternativa come i fiori di Bach che molti praticanti vedevano in sintonia con la propria pratica, sono in profonda crisi.

È tempo di dare una sferzata al ristagno, non possiamo avere persone che insegnano Tai Chi come succede a Cagliari che postano su Facebook scritti di personaggi oscuri come Burioni mentre le mamme free vax battezzano i figli per non farli andare all'inferno.



È un ritorno al medioevo e la manovra in atto dalle lobby sanitarie è molto simile a quella degli inquisitori di un tempo. Anche allora chi si occupava di salute alternativa veniva messo al rogo.

20 June 2018

Bimbi in Usa, donne in Nepal

Vi è nella parte ovest del Nepal una pratica terribile: quando una ragazza ha il mestruo viene allontanata da casa per tutto il periodo. Alcune ne muoiono, l'ultima per i fumi del fuoco acceso nella sua capanna di fango senza finestre per scaldarsi dal freddo. Per fortuna vi è da qualche anno una legge che vieta questa pratica, ma la popolazione ignorante ancora la adotta.

Simili cose ci devono fare riflettere su quanto possa l'essere umano scadere in pratiche folli. Nel nostro esempio vi è l'idea della non purezza del sangue mestruale. Sono le stesse donne che si allontanano, schiacciate dal sensi di colpa che madri e padri nel loro folle delirio inculcano ai figli.

Decenni di cultura della libertà ci hanno allontanato dalla miseria delle “tradizioni”, ma siamo ancora lontani dal pericolo del loro ritorno. Lo vediamo tutti i giorni, la tanto osannata America vive la tragedia dei figli di migranti messi in gabbie e lasciati lì a piangere tutto il giorno. Gli americani sono atterriti, già si preparano ad affrontare il trauma che i loro stessi figli stanno subendo nel vedere le drammatiche scene di questi altri bimbi. Però sono gli americani ad aver scelto questo, hanno votato Trump e lui ora ha il potere di sfogare sul mondo tutto il suo sadismo. L'errore viene da lontano, chi l'ha preceduto nei decenni di libertà non è riuscito a fare consapevolezza sulle follie dell'umanità e l'ignoranza ha portato un troglodita al potere supremo.

L'umanità deve usare l'intelligenza, le donne in Nepal sono scacciate, quale è il vero motivo? Perché il momento in cui una donna ha il mestruo è il momento della verità: non ha fatto il suo dovere, non è incinta, non è madre, ancora una volta ha fallito. Questo il motivo ancora dominante al mondo. Da noi le ragazze non vengono allontanate, ma i sensi di colpa inconsci li hanno, i loro dolori mestruali servono a lenirli: soffro, mi punisco per non aver fatto il mio dovere.

Siamo quindi indietro, non abbiamo ancora capito nulla su come funzioniamo veramente, però stavamo progredendo, le idiozie mentali di nonni, bisnonni, si sono evolute, ma ancora restano da disvelare nella loro piena consapevolezza. Il problema adesso sono i Trump, i Salvini, loro vogliono farci tornare al passato, vogliono togliere la libertà di pensare. Il fascismo era non libertà, ogni fascismo, anche se colorato di altre tinte è non libertà, è arretramento culturale. Vengono bruciati libri, chi la pensa diversamente viene screditato, eliminato.

Naturalmente i Renzi hanno aperto la strada con la loro “idiozia culturale” che ha prodotto un rigetto nella popolazione. Non possiamo produrre idiozia culturale senza pagarne poi le conseguenze.

31 May 2018

Tredici

La seconda stagione della serie di Netflix "Tredici" mi ha colpito, la trovo molto stimolante e ringrazio Netflix di portare sul telefonino film e serie di alto livello. La mostra del cinema di Cannes ha bandito Netflix perché per loro un film deve passare nelle sale cinematografiche: sono vecchio stile, vetusti, personalmente non vado al cinema perché non riesco a vedere lo schermo per problemi di vista, ma sul telefonino me lo godo appieno.

Perché mi è piaciuto “Tredici”? Perché la nostra protagonista, suicida nella prima serie, Hannah Baker, appare sovente al suo amato, Clay. Per molti che hanno visto le 13 puntate tutto questo è strano, disturba, ritengono Clay non sano di mente, ma è tutto molto semplice: la morte non esiste, Clay ama Hannah, è ricambiato da lei e quindi è lì con lui. Non nel suo corpo fisico, ma nel suo corpo energetico, in quello spirituale.

Verso la metà della serie si stanno persino per baciare, ma qui probabilmente l'autore si è bloccato e non ha avuto coraggio, peccato.

Attendo di vedere gli ultimi quattro episodi, ma la serie è profonda, avvincente e ben fatta e mostra i nostri protagonisti adolescenti alle prese con la loro troppa serietà e la conseguente sofferenza, vittime e bulli si intrecciano, e i loro genitori chiusi nella loro non vita.

In primo piano l'unica storia vera: la storia d'amore spirituale fra Hannah e Clay.

PS (attenzione spoiler)

Un buon finale, non è per fortuna successa la temuta strage; purtroppo nella realtà americana accade terribilmente spesso, ragazzi armati sino ai denti uccidono i loro compagni di scuola... Non e successo perché Clay riesce a liberarsi dalla rabbia per Hannah. Chi si suicida attacca sempre gli altri, ma Clay riesce a risolvere un passaggio fondamentale della sua vita ed il suo amore per Hannah è adesso puro e lui anche e nonostante il mitra del compagno di scuola sul petto riesce con parole d'amore a fermarlo.

29 May 2018

Toro Seduto

Immaginiamoci "Toro Seduto", il famoso capo-Indiano, in piedi con le braccia conserte,
 le mani piatte fra di loro, la postura eretta, nobile, che scruta l'orizzonte.



Toro Seduto non sta invero seduto, ma ha imparato quel gesto che nel Tai Chi si apprende poco alla volta di far rientrare gli inguini un poco di modo che l'interno del corpo si apra e la persona si rilassi, si “sieda” e non è più come i comuni mortali “in piedi” a far fatica nella vita. Una posizione che apre il cuore, che lo collega con pancia e testa, al centro dell'allineamento energetico.

27 May 2018

L'essere selvaggio

La spiritualità è totalmente incompresa, non solo nella moderna new age, ma anche in altre epoche e popoli. Ad esempio l'antico Egitto ed i suoi dei, le purificazioni, l'asportazione di capelli e peli. Inutile stare a seguire popoli che usavano gli schiavi: non possono aver capito la vita.

Quando vi capita di "essere spirituali" considerate una cosa: quello che state facendo tiene con voi la vostra parte selvaggia?!
Solo rivalutando la propria anima-lità siamo veramente nello spirito.

06 May 2018

Le intolleranze alimentari

Sempre più persone si scoprono intolleranti a qualche fonte alimentare. Questo è naturale, ci sono periodi in cui un particolare alimento dà fastidio e va ridotto, il capire l'alternanza di Yin e Yang nell'alimentazione, come nella vita è essenziale e la soluzione a ciò è adeguarsi: se ho voglia di cioccolato, bene, mangerò per un po' più cioccolato; se sento che il lievito chimico della pizza non mi fa bene, ottimo, cercherò di mangiare pizze con pasta integrale o che hanno lievito naturale.

Invece ci viene imposto, o creiamo noi stessi un divieto, da ora basta glutine. Dato che sono "cicli", ed ho lavorato con la mente in maniera sbagliata credendo che il glutine è il nemico, quando in seguito, per la legge "dei cicli nella vita", mi verrà un'altra intolleranza e poi un'altra ed avrò sempre più "nemici" con la conseguenza di indebolire la mia mente riducendo la vita ad una guerra continua fatta di attenzioni a tutti ciò che "mi" fa male. Naturalmente fra questi"nemici" ci saranno sempre più persone...

Nulla fa male, la mente è potente, non va limitata.

C'è chi combatte l'intolleranza assumendo per un periodo lo stesso cibo in quantità anormale finché vince sull'intolleranza, è un metodo, un po' drastico, ma lo rispetto, non segue la moral comune vigente. È il metodo dell'omeopatia, attacco il nemico con la stessa arma: simil contro simile e l'omeopatia funziona nonostante i pazzi "razionalisti" che non vogliono vedere al di là del proprio naso e hanno limitato la loro mente a combattere ogni forma di instabilità con medicine chimiche.

Il grande medico inglese Edward Bach era un omeopata e conosceva tutto questo e comprese che l'omeopatia non era il metodo migliore possibile. Si mise alla ricerca di qualcosa che non fosse una guerra e lo scopri nei Rimedi Floreali che oggi portano il suo nome. A cosa si deve l'efficacia dei Fiori di Bach che la medicina allopatica non può comprendere? Semplicemente che le essenze lavorano sullo stato di consapevolezza della mente, dando luce al problema. Un paio di essenze utili per "gli intolleranti", ma altri fiori potrebbero servire, sono Beech, il Faggio e Rock Rose, l'Eliantemo. Beech lavorerà sulla nostra intolleranza, non solamente rispetto a quell'alimento sospetto, ma al perché si è scatenato in noi questo episodio e farà luce sulla problematica di vita che non vediamo, attribuendo, dando la colpa a un qualcosa, a un alimento, invece di vedere, saper leggere il perché, la situazione della nostra vita che ha scatenato l'intolleranza. Rock Rose parimenti farà lo stesso lavoro sul panico interno di cui non siamo consapevoli e che soggiace alla guerra che stavamo intraprendendo e che "riduttivamente" attribuivamo all'incolpevole alimento.

01 May 2018

Curar se stessi

Ho avuto problemi con i denti sin da adolescente, rabbia e caramelle me ne hanno rovinati molti, il resto lo hanno fatto i dentisti con i loro interventi.
Da un dieci anni ho deciso di curarmi da me stesso e non ho più dovuto andare a farmi vedere. Ho da anni un molare che balla, gli sono diventato molto affezionato e lo "tengo in cura"; ad esempio alcuni giorni fa ho avuto una sera un ascesso e quel dente l'ho sentito "scendere". Normalmente si va dal dentista col mal di denti e ben che vada il povero dente viene de-vitalizzato, cioè ucciso e se il dentista è di quelli sadici, viene tolto.

Sono stato tutta la notte a portare l'energia alla gengiva, a curarmi il dente sciogliendo il "blocco della mente" che avvolgeva quell'ascesso.
La mattina ero ancora un po' sotto-sopra, ma verso metà mattinata ecco, quella bella sensazione della gengiva completamente sgonfiata, il caro dente tornato a posto e la sera potevo mordere il cibo anche con quel dente.

Aver cura per se stessi.

27 April 2018

Yin Yang e lunghezza della vita

Il Taoismo parla di Yin Yang, ma Lao Tzu, Padre del Taoismo, disse: quasi nessuno capisce quello che dico.

In effetti... diamo il merito dall'allungamento dell'età media della vita ai vaccini, senza avere un pensiero di profondità.
Ogni essere umano è Yin Yang, composto da maschile e femminile. Pensate, neppure un secolo fa le donne non avevano diritto di voto! Ogni maschio che era d'accordo con questa scelta castrava la propria parte femminile, il proprio Yin. Il corpo inconsciamente recepisce e chiude quelle parti Yin, risultato? La mente rigida uccide se stessa.

I passi fatti dal genere umano nella comprensione dell'altro, del "diverso", non sono null'altro che aperture della propria mente a vantaggio di se stessi, della propria salute e quindi dell'allungamento della vita.

Assistiamo però al ritorno di fascismi, razzismi e quindi la vita media si sta nuovamente abbassando, tutto facile da comprendere, addirittura ovvio, purtroppo l'ovvio non si addice a molti che preferiscono restare nella loro assurda rigidità come in questo caso di "rimozione" dello Yin.

http://www.repubblica.it/esteri/2018/04/19/foto/fearless_girl-194321896/1/#2

10 April 2018

La Resurrezione

Ho osato dire che "adorare la croce" è un'aberrazione e che il messaggio di Cristo è la resurrezione ed una signora s'è sentita "vituperata" nel proprio credo...

C'è tanta ignoranza e gli integralisti non accettano che altri oltre ai loro preti adoratori di morte possano avere idee contrarie alle loro.

La signora mi ha detto che lei viene in palestra non per sentire di religione, ma non eravamo in palestra, piuttosto in un centro "olistico" ed io non sono un istruttore di ginnastica, ma un insegnante di una pratica che attinge dal Taoismo le sue radici e qualcuno mi appella persino col termine di "maestro" per cui mi permetto di citare il Vangelo di Matteo:


12 Dopo ciò, apparve a due di loro sotto altro aspetto, mentre erano in cammino verso la campagna. 13 Anch'essi ritornarono ad annunziarlo agli altri; ma neanche a loro vollero credere.
14 Alla fine apparve agli undici, mentre stavano a mensa, e li rimproverò per la loro incredulità e durezza di cuore, perché non avevano creduto a quelli che lo avevano visto risuscitato.
15 Gesù disse loro: «Andate in tutto il mondo e predicate il vangelo ad ogni creatura. 16 Chi crederà e sarà battezzato sarà salvo, ma chi non crederà sarà condannato.>

Gesù dice: "chi non crederà che sono risorto, sarà condannato". È un passaggio del Vangelo molto chiaro, inappellabile ed io non lo metto in dubbio: Gesù afferma che non è morto, ma è risorto. Quindi consiglio agli integralisti adoratori della croce, a quelli che vogliono a tutti i costi pensare che Gesù sia morto di fare un passo indietro perché le Sacre Scritture dicono altro e loro le stanno ignorando.

06 April 2018

Nuove idee, nuova politica

Leggo questo articolo di Jacopo Fo sul "Fatto Quotidiano" e resto d'accordo.

In particolare quando dice delle piccole imprese che i politici non riescono a valorizzare. Io ho una piccola impresa, ossia insegno Tai Chi al mio centro, ho dovuto lavorare sodo, un trent'anni per avere un numero di allievi tale da permettermi di mantenermi adeguatamente. Quando iniziai mi dissero, ma sei matto? Trovati un lavoro sicuro! Il lavoro sicuro a quei tempi era in banca, in posta, in qualche ditta. Al giorno d'oggi questi non sono lavori sicuri e fanno male alla salute, quindi mi dico ogni tanto, Carlo bravo, ci hai creduto e fai un lavoro che ti piace.

Arriviamo al punto centrale, il mio lavoro fa bene alle persone, fa risparmiare soldi alla comunità, meno medicine, meno visite mediche, persone più efficienti anche in tarda età, ma nonostante migliaia di articoli scientifici sui grandi benefici del Tai Chi e del Qi Gong, nulla, non interessa a nessun politico a nessuna struttura burocratica. Perché? Perché i poteri sono altri, sono degli ordini, delle big pharma, delle corporazioni, delle lobby. Il povero 5 stelle avrebbe anche voglia di fare cose diverse, ma deve allearsi con PD o con Salvini e Berlusconi, proprio quei partiti, quei politici che sono lì per difendere gli interessi anacronistici di queste caste: cari italiani coraggio, alle prossime elezioni abbiate un momento di lucidità.

19 January 2018

C'era una volta la psicologia

C'è stato un fervido periodo nei secoli scorsi in cui si studiava la mente umana, tale scienza prese il nome di "psicologia", lo studio della psiche. L'imbruttimento della società trainato dalla medicina farmacologica ha spostato lo studio della psicologia su un piano farmacologico, nessun intervento più sulla psiche, si ha un problema psicologico? Farmaco.
Lo psicologo, le facoltà di psicologia hanno un complesso di inferiorità rispetto alle scienze cosiddette esatte, come la medicina (come potrà mai essere esatta?) Tale complesso di inferiorità porta lo psicologo verso la farmacologia, così, pensa, non sbaglia.
Che limitatezza di intelligenza, castrare ad esempio ragazzini dandogli farmaci e bloccando ogni loro la possibilità di crescita!

Un caso di pochezza mentale, una persona cieca viene colpita da un ictus che distrugge la parte del cervello con cui riconosce l'alfabeto Braille. Nessuna spiegazione viene dal moderno docente o psicologo, il caso ha colpito! Adesso ha portato la psicologia più vicino ad una scienza esatta, quella parte del cervello è sfuggita al Braille.
Un po' più di saggezza porterebbe immediatamente verso il vero problema, verso la "guarigione" della persona mostrandole il suo profondo desiderio di non vedere, neppure col Braille.

06 January 2018

Gli ictus e le malattie

Nella neuropsicologia vengono studiati i casi di persone "colpite" da ictus in una parte del cervello. Dopo la malattia c'è una nuova capacità artistica molto più astratta. Queste persone, prima della malattia, sono rigide e molto controllate nella loro espressività.

Possiamo quindi affermare con sicurezza che un emisfero cerebrale ha "dovuto" creare la malattia, il "colpo" per poter finalmente venire alla luce.
Ricorda molto le varie storie di principesse tenute chiuse in un castello dal Drago e liberate dal principe. La principessa siamo noi, imprigionati dal nostro stesso ego, un ego-drago che ci tiene chiusi in gabbia nella vita, nel "castello". Quanti desiderano stare davvero in un castello? Tanti, ma non sanno che l'hanno costruito attorno a loro quel castello.

Chiamiamo il Principe, lo Spirito per liberarci e viviamo così aperti e felici.

Ogni malattia è un segnale da cogliere.

Una Befana e tre Re Magi

I Magi camminano per andare a portare doni a Gesù, usano i piedi.
Similmente la Befana viaggia per portare doni, lo fa volando su una scopa, ma i doni li porta dentro una calza, anche lei simboleggia i piedi, anzi tre calze come tre sono i doni dei re Magi.
Incenso, Oro e Mirra, tre calze: testa, pancia e cuore, uniti dai piedi. Gesù lo suggerì agli apostoli lavando loro i piedi, non sembra abbiano capito il lato energetico del messaggio.


I saggi Re, la saggia Befana, incontrano bimbi e questo incontro porta doni.
Il vecchio anno incontra il nascente anno: un saggio è un vecchio che torna bambino e ha testa e cuore e pancia finalmente collegati.
Una Befana e tre Re Magi, una e trina.
Oggi è il giorno della saggezza.

Vi allego questo link: di una immagine che mi è arrivata in dono stamani, tre oggetti celesti, Pelliccia di volpe, Unicorno e Albero di Natale, a voi capire quali sono incenso, Oro, Mirra, cioè, Testa, Pancia e Cuore.